Dracula non è morto, vive a Roma e fa il medico, è il romanzo di Chiara Valerio a “Leggermente”

Definita come l'opera più matura della scrittrice

Chiara Valerio. Foto: Laura Sciacovelli
Share

 Pubblicato ore 14:00

LIVORNO – “A Leggermente: incontri letterari” si parla di vampiri con il romanzo “Così per sempre” di Chiara Valerio, matematica, scrittrice e conduttrice radiofonica. “Così per sempre” è il suo ultimo libro, uscito nel 2022 per Einaudi, è stato definito da molti come l’opera più matura della scrittrice. Appuntamento questo pomeriggio, 14 luglio, ore 19, a Villa Fabbricotti nei pressi del Chioschino. Ingresso libero.

Dracula non è morto, ma anzi vive a Roma insieme al proprio gatto, Zibetto, in un attico affacciato su Lago di Torre Argentina. Nonostante il gatto cammini in verticale per i dieci piani della facciata del palazzo e porti due vistosi anelli d’oro alle zampe posteriori, nessuno vi fa caso, né fa caso a Dracula, che ha smesso di mordere gli esseri umani e fa il medico al Fatebenefratelli. Ma Così per sempre è anche un romanzo d’amore, della struggente e romantica storia che lega il conte Dracula, che adesso si fa chiamare Giacomo Koch, a Mina Harker, la donna per la quale ha rischiato di essere ucciso nel 1800 e che ora si chiama semplicemente Mina e lavora in un salone di bellezza a Venezia. Il tempo del romanzo non è lineare, travalica i luoghi e i tempi in cui accadono i fatti narrati, i momenti del racconto sono tutti contemporanei eppure mentre tutto scorre, niente scorre più. Come nel salone di bellezza di Mina, in cui chiunque entri esce uguale a sé stesso. Per sempre.

L’incontro sarà introdotto dall’assessore alla Cultura del Comune di Livorno Simone Lenzi.

L’autrice

Chiara Valerio è nata a Scauri nel 1978. Ha studiato e insegnato matematica per molti anni e ha un dottorato di ricerca in calcolo delle probabilità. È responsabile della narrativa italiana della casa editrice Marsilio e lavora a Rai Radio3. Collabora con Repubblica, L’Espresso e Vanity Fair. Tra le sue pubblicazioni: A complicare le cose (Robin, 2003), La gioia piccola d’esser quasi salvi (nottetempo, 2009), Spiaggia libera tutti (Laterza, 2012). Per Einaudi ha pubblicato Almanacco del giorno prima del 2014, Storia umana della matematica del 2016, Il cuore non si vede del 2019 (premio Mondello), La matematica è politica del 2020 e Nessuna scuola mi consola del 2021.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*