Simone Lenzi presenta il nuovo libro a Villa Fabbricotti

Appuntamento al Chioschino alle 19

simone lenzi villa fabbricotti
Simone Lenzi
Share

LIVORNO – “Tutte le canzoni sono canzoni d’amore (anche quelle che non lo sono)”. Simone Lenzi, parte da questo concetto per raccontare il suo amore per la musica. E lo farà domani sera alle 19, nel giardino di Villa Fabbricotti nel corso di un nuovo appuntamento di “La Bella Estate”. Lenzi, sarà presente al “Chioschino” per parlare del suo ultimo libro “Per il verso giusto, piccola anatomia della canzone“, edito da Marsilio, e lo farà insieme a Marco Lenzi.

Un libro pensato anche per chi non conosce la grammatica della musica e il solfeggio: “Si può guardare a un pentagramma come si guarda a un bel paesaggio, leggendo le note come fossero i contorni di una montagna o le onde del mare”. Dopo aver studiato filosofia, Lenzi inizia a scrivere e a cantare per i Virginiana Miller, con i quali vince un David di Donatello e un Premio Tenco. Dal suo primo romanzo, “La generazione”, è stato tratto il soggetto per il film “Tutti i santi giorni” di Paolo Virzì. Ha collaborato con Delta V, Antonella Ruggiero, Baustelle e scritto altri due libri, tra cui “Mali minori” che gli ha permesso di vincere, nel 2016, il Premio Ceppo Pistoia.

“Tutte le canzoni sono canzoni politiche (anche quelle che non si impegnano); tutte le canzoni sono orecchiabili (anche quelle che quando le sentiva tuo nonno si affacciava in cameretta e scuoteva la testa: «Ma che robaccia è?»)”: tra pentagrammi, parole e grandi nomi della musica italiana e internazionale – da Gino Paoli a Franco Battiato, dai Beatles ai Rolling Stones – invita i lettori a entrare nel grande laboratorio della canzone popolare e a scoprirne il dietro le quinte.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*