La Cespu risponde: “Strega comanda color color”

Un nuovo appuntamento con Alessia Cespuglio e Covid and the City

Grafica di Raffaele Commone
Share

Pubblicato ore 12:00

  • di Alessia Cespuglio

Mentre prima parlavamo di un sacco di cose, e anche di sesso, adesso parliamo solo di Covid. Ammettiamolo. Tanto vale parlarne apertamente. Uno sguardo libero e  quanto possibile sorridente su quello che ahinoi sta capitando a tutti.
Per domande, contributi, stimoli ed opinioni, per un confronto divertito vecchia maniera senza che sia solo “social” scrivete a covidandthecity2.0@gmail.com, Alessia vi risponderà.

Amiche e amici LA CESPU risponde!

Rispondo ad un commento di un uomo adorabile, al quale io voglio un gran bene : “il mio amico Manolesta”. Mi scrive in merito alla scena dei due signori alle poste (leggi l’articolo), alla mascherina della sfida e alla frase “Se sei un omo levati la mascherina”. E il mio amico Manolesta dice: “Voleva che si levasse la mascherina per ricordarlo bene, ma l’intelligenza ha prevalso e nessuno si è levato la mascherina. Di questi tempi i cervelli si svuotano, non sono più abituati alla vicinanza di persone oppure nessun dei due era “omo” ahahah. Quello che non riesco a capire è il perché nessuno/na ti abbia risposto… ignoranti, villane/i. Bhè magari a cavolo ma ti ho risposto. Stammi bene, buona vita, un abbraccione. Il tuo amico Manolesta”.

Ma che meraviglia. Grazie. Nessuno mi ha risposto perché mi dovevi rispondere tu! La voglio vedere così. Sono fatalista. Questo penso. Alla fine scrivere a una rubrica come la mia, richiede più sforzo del commento social, quindi automaticamente considerato “impegnativo” o “più impegnativo” di quello a cui “normalmente” siamo abituati.  Oppure semplicemente nessuno ha voglia di rispondere. Ma la cosa ganzissima è che va bene così. Mi diverto così tanto. Anche non aver bene la percezione di chi e in quanti mi leggano è bellissimo. Lo scopro piano piano, da qualche messaggio. Un po’ come scoprire che colori siamo dpcm dopo dpcm. Nell’ultimo Conte-Casalino si sono superati. E quando la situazione diventa paradossale allora sì si vede lo “stile”.

Ma voi vi immaginate cosa significa andare in diretta nazionale e dire quello che ha detto, ma soprattutto come lo ha detto??! Ecco io NO. Ma cosa puoi pensare prima di dire ad una NAZIONE INTERA che ci sono dei giorni gialli, alcuni rossi, altri arancioni tutti nei soliti 10 giorni?

Conte – Ma siamo sicuri? Devo proprio dire queste cosa qqqqua?
Casalino – Si si vai agile
Conte – Ma non era meglio un bel ROSSO NATALIZIO? Semplice, lineare
Casalino – No, no fidati. Li famo uscire, poi li chiudiamo, fai un giro, fallo un’altra volta, occhi in su, occhi in giù Conte – Niente bbbbaci.
Casalino – Ma scherzo. Allora non ci capiranno nulla, nel dubbio tanti non usciranno. Andremo per percentuali. Chi capisce la sequenza avrà un bonus extra.
Conte – Davvero?
Casalino – No scherzo ancora. Dai su che vai in onda. Mascherina e vai. Senza esitare.

Ecco io me lo immagino così. Senza offesa. Anche perché l’unica alternativa era davvero chiudere tutto. Così hanno dato delle opzioni e affidandosi al buon senso di metterle in pratica con criterio di ognuno di noi. RIPETO. Di ognuno di noi. Forza eh. Che qui ci si gioca il bimestre gennaio-febbraio.

Ecco colgo il suggerimento del mio amico Manolesta “voleva ricordarlo bene” (intendo il viso dell’avversario nella famosa scena “duello alla posta”), io invece “voglio ricordarlo bene” questo periodo. Ci stanno succedendo cose quantomeno straordinarie e mancano ancora 10 giorni alla fine dell’anno. Essere testimoni di questo momento “storico” non è cosa da poco. E quindi? Quindi nulla amiche e amici. Si va agili agili verso il Natale. Non pensavo mai di voler riportare le parole del Papa, credo che la cosa non mi si addica per niente, ma ahimè chi scrive per il Papa sotto Natale c’ha da far bella figura e quindi mi piace il senso e lo voglio riportare: “smettiamo di lamentarci e facciamo qualcosa per gli altri”. Semplice. Incolore. Ma sostanzioso. Cosa posso fare per qualcuno a me vicino? Basta poco. Alle volte basta meno di quanto immaginiamo. Via cari amici e care amiche Abbraccio il mio amico Manolesta e anche tutti voi.

In occasione del Natale, torno in via eccezionale sabato 26 dicembre con un altro entusiasmante articolo “Xmas-COVID edition”.

Vi lovvo! Una di noi

© Vietata la riproduzione

1 Comment

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*