A Scenari di Quartiere “Antonio Gramsci, detto Nino”

Sentimenti privati e pensieri attraverso le lettere del politico

antonio gramsci
Fabrizio Saccomanno
Share

LIVORNO – Sarà dedicato ad Antonio Gramsci, detto Nino, il secondo spettacolo di Scenari di Quartiere in programma per stasera alle 19. Ingresso libero.

Luogo scelto per questo appuntamento è l’ex Teatro San Marco in via dei Floridi, nel quartiere Venezia, dove nacque il Partito Comunista d’Italia e usato per la prima volta in Scenari di Quartiere.

Fabrizio Saccomanno racconterà la vita di Antonio Gramsci scoprendo, grazie alle sue lettere, sentimenti privati e pensieri di interesse collettivo, per poi chiedersi dove sia possibile oggi ritrovare tracce del suo pensiero e del suo operato.

Le lettere ai suoi figli Delio e Giuliano sono il punto di partenza, a esse si affiancano quelle scritte alla madre e alla moglie. Missive da cui spicca la solitudine della prigionia e sullo sfondo il tormentoso rapporto con il PCI e l’internazionale socialista, le incomprensioni con Togliatti e Stalin. E l’ombra di Benito Mussolini.

In occasione dello spettacolo verrà istituito il divieto di transito e di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati in via dei Floridi con efficacia dalle ore 14 alle ore 21 di oggi.

In programma prevede, alle ore 18.00 (al Makutu Bar, piazza dei domenicani 19/20) anche la presentazione del libroFango Rosso” di Alessia Cespuglio, pubblicato da Vittoria Iguazu Editore, tratto dall’omonima narrazione che ha debuttato lo scorso anno a Scenari di Quartiere scritta in collaborazione con Francesco Niccolini.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*