Parco di Villa Maurogordato: tornano alla luce importanti arredi

Una vasca circolare e un pergolato ovale

La vasca circolare ritrovata
Share

Pubblicato ore 12:00

  • di Stefania Zannerini

LIVORNO – Presentati gli interventi di riqualificazione del parco di Villa Maurogordato, frutto della collaborazione tra Pubblica amministrazione e cittadini, e grazie al lavoro di pulitura dalla vegetazione, sono tornati alla luce importanti arredi di quello che fu il giardino all’italiana.

Dopo aver recuperato le antiche colonne nascoste per anni dalla vegetazione invasiva, è tornata alla luce, poco lontano, anche una vasca circolare ritenuta scomparsa, con le sue pareti perimetrali abbellite da elementi in pietra e il pavimento mattonellato.

Nel corso dei lavori per il completamento della pulizia della serra in ghisa e dell’area sul lato Nord della Villa, emergono le tracce del “il giardino all’italiana”, risalente alla famiglia Calamai (1771) e successivamente modificato dai Maurogordato, completamente invaso dalla vegetazione. Rinvenuto anche il berseau, un pergolato di forma ovale probabilmente aggiunto dalla famiglia stessa.

Il pergolato

“Al momento – ha concluso Marida Bessi, presidente della provincia – lo stato di conservazione della Villa non consente di aprire liberamente al pubblico l’area del “giardino all’italiana”. Per questo auspico che in futuro si possa valutare la possibilità di organizzare visite guidate per piccoli gruppi, con la collaborazione delle associazioni di volontariato e culturali”.

Alla presenza delle autorità sono stati anche illustrati i lavori fatti fino a oggi, come la pulizia della serra storica, in stile liberty, ancora visibili alcuni pezzi di vetro colorati, e il percorso attrezzato, il tutto in collaborazione con le associazioni Anpana e Osservatorio di Monterotondo

La Provincia di Livorno ha avviato un importante percorso di riqualificazione anche del parco della villa, iniziato nella primavera del 2022, con attività di pulizia dalla vegetazione, il recupero delle aree a oliveta, manutenzione della piante e degli arbusti presenti e impiantarne di nuovi.

I soggetti partecipanti

Gli interventi sono stati realizzati grazie alla collaborazione con l’associazione Reset Livorno con la quale è stato sottoscritto un nuovo Patto di Collaborazione, che vede sono coinvolti nelle attività i detenuti del casa circondariale Le Sughere, il personale adibito a lavori di pubblica utilità dal Tribunale di Livorno e  in sinergia con l’Ufficio UEPE del Ministero della Giustizia, le persone in inserimento socio-lavorativo inviate da ASL Toscana Nord Ovest Ufficio SERD di Livorno.

Erano presenti: Marida Bessi presidente della provincia, Pietro Caruso vice presidente della provincia, Anna Roselli responsabile del Servizio Patrimonio della provincia, Pino Pera presidente dell’associazione Reset Livorno e Libero Michelucci dell’associazione Osservatorio di Monterotondo.

  • Il pergolato

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*