Celebrati i 50 anni della Coppa Barontini

La gara si disputerà il 17 giugno, insieme alla Notte Blu e al Cacciucco Pride

Un momento della Coppa Barontini. Foto: Archivio Coppa Barontini
Share

LIVORNO – Si è svolta questa mattina la cerimonia dei cinquant’anni della Coppa “Ilio Barontini”, una gara remiera storica per i livornesi e per tutta la città che si disputerà il 17 giugno. Barontini, cecinese, è stato un partigiano e un politico italiano. La cerimonia si è svolta nella sala consigliare del Comune di Livorno, alla presenza dell’assessore allo sport Andrea Morini, di Massimiliano Talini, presidente del Comitato organizzatore della Coppa, di Mauro Nocchi del Comitato organizzatore e di Gino Niccolai, presidente dell’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia). Presenti anche i rappresentanti del mondo del volontariato e delle forze dell’ordine.

Un momento della cerimonia

“Questa 50esima edizione – ha detto Morini – ha un altissimo valore per la nostra tradizione remiera. La Coppa è passata da essere una manifestazione di partito a un evento acclamato da tutta la città”. Gino Niccolai, ha ricordato Barontini definendolo: “una figura indispensabile a livello politico, senza di lui non ci sarebbe stata questa gara”. Infine, Talini, ha sottolineato i tre punti fondamentali della Coppa: “lo sport che, se da un lato, vuol dire confrontarsi a viso aperto, dall’altro vuol dire essere tutti uniti perché gareggiamo per Livorno. Il legame tra la Barontini e la storia della città, la gara che si snoda lungo 3200 chilometri tra i canali, ci ricorda che abbiamo una storia che va valorizzata. I valori che questa gara trasmette, soprattutto ai giovani, sono 200 i ragazzi delle scuole che frequentano le cantine dei vari circoli remieri livornesi”.

Dopo gli interventi delle autorità sono stati consegnati dei riconoscimenti a Renato Tedeschi, fondatore della gara nel 1966, e ai familiari degli ex presidenti del Comitato organizzatore Gino Calderini e Vittorio Cioni. Poi sono stati consegnati i riconoscimenti ai presidenti delle varie sezioni nautiche Borgo, Venezia, Ovodoso, Ardenza, Labrone, Salviano e S. Jacopo e, infine, a Mauro Nocchi, voce storica della Barontini e a Massimiliano Talini, al quale è stata donata la pergamena della Livornina.

Ecco tutti gli eventi dedicati alla Coppa:

10 giugno: presentazione del libro di Otello Chelli “Cinquant’anni di storia della coppa Barontini. Fra storia, tradizione e cultura”. Ore 18, Cantina della Coppa Barontini;

13 giugno: spettacolo “La Barontini: 50 anni gliene davo meno” a cura di Emanuele Barresi e Paola Pasqui, con i bambini della scuola elementare Cattaneo e Fulvio Pacitto con i suoi stornelli. Ore 21 in Fortezza Nuova;

16 giugno: spettacolo “Anacronistici”, in versione ridotta, con i ragazzi della compagnia Mayor Von Frinzius. Ore 21.30, pratone della Fortezza Nuova; 20esima edizione del Trofeo Edda Fagni per Gozzette a quattro remi e timoniere, under 18 maschili e femminili. Ore 22.45 inizio gare, ore 23.30 premiazione equipaggi;

17 giugno: 50esima edizione della Coppa per Gozzi a dieci remi e timoniere, senior maschili. Ore 21.30 con partenza e arrivo sugli Scali delle Cantine. Contemporaneamente alla gara si svolgerà la Notte Blu e l’evento del Cacciucco Pride;

18 giugno: “Livorno in Acqua” manifestazione turistico-sportiva sullo stesso percorso della Barontini, aperta a tutti i tipi di canoe da diporto: sup, ski-surf, polinesiane, dragon boat. Ore 21, Scali delle Cantine.

Valeria Cappelletti

 

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*