“Il relitto di Eroideide”: suggestiva installazione in ferro

L'opera è nel tratto di spiaggia antistante la via Grande di Lido di Venezia

“Il relitto di Eroideide” e l'autore Marco Fioramanti
Share
  • di Glauco Fallani:

VENEZIA – Come ben si sa, in questi giorni a Lido di Venezia impazza la vita mondana che ruota intorno alla Mostra del cinema numero 74: dive, attori americani, registi internazionali, fotografi più o meno ufficiali, ragazze immagine in cerca di notorietà, paparazzi di felliniana memoria si muovono tra l’Excelsior ed il palazzo del casinò. In quella non vastissima area, trionfa la ribalta tra luci, musica da film e party per tutti i gusti. Da quelli talmente blindati da risultare esclusivi dei quali si favoleggerà il giorno seguente durante le attese per prendere i biglietti o per entrare in sala.

Un ambiente frenetico, insomma, che ti porta ogni tanto a cercare un po’ di isolamento. E con la spiaggia lì a due passi che può esserci di meglio che raggiungere l’arenile e percorrerne un buon tratto sotto il manto delle nubi? Passo dopo passo ci si lasciano alle spalle le zone di gran lusso ed ecco che, ad un tratto, ci si trova ad ammirare un qualcosa di inatteso, un qualcosa che sorprende.

È “Il relitto di Eroideide”: suggestiva installazione in ferro, stoffa e pigmenti proprio lungo la riva dell’Adriatico. Un’opera grande (8m. x6m. x5m.) creata, vengo a saperlo successivamente, dall’artista romano Marco Fioramanti, nell’ambito della manifestazione “Open 20” curata da Paolo De Grandis. Un relitto senza tempo dalle suggestioni innumerevoli che, collocato proprio lì, nel bel mezzo di un tratto di spiaggia libera tenuta al naturale, si erge a simbolo ed anche a monito. Ed i materiali poveri che lo compongono fanno da perfetto contro altare per l’effimero del lusso che si svolge lì a due passi.

Nel tratto di spiaggia antistante la via Grande di Lido di Venezia, l’opera “Il relitto di Eroideide” di Marco Fioramanti sarà visibile fino al 1 Ottobre, pochi giorni dopo la chiusura della settantaquattresima Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia. Dopo di che verrà smontata e scomparirà per sempre.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*