A Fabbrica Europa arriva 13 OBJECTS

Camilla Monga presenta il suo progetto di arte danza

Share

 

FIRENZE- Nell’ambito di Fabbrica Europa prosegue il progetto Around 35 dedicato ad alcuni tra i più interessanti giovani coreografi della scena contemporanea. Il progetto si sviluppa tra  performance, workshop e presentazioni aperte. Domani alla Palazzina Ex Fabbri (piazzale delle Cascine, Firenze) andrà in scena “13 Objects“, performance coreografata da Camilla Monga.

Dopo gli studi all’Accademia Paolo Grassi di Milano e all’Accademia di Brera, Camilla Monga classe 1987 si diploma alla P.A.R.T.S. Academy di Bruxelles, dove si forma con importanti coreografi e musicologi tra cui Anne Teresa de Keersmaeker, Bojana Cvejic, Thierry De Mey. Il suo personale percorso coreografico unisce l’interesse per la matematica e la fisica applicate al movimento, l’apprendimento cinestetico, la musicologia e la sperimentazione sonora.

13 Objects è un progetto a cui la coreografa tiene molto e che vede la partecipazione dei danzatori di P.A.R.T.S. Training Cycle e la collaborazione di Jacopo Jenna e Luca Scapellato. La coreografia rielabora l’idea compositiva di Edgard Varèse in Ionisation mediante l’utilizzo di oggetti che divengono lo strumento di base per definire una serie di possibilità fisiche. Le loro funzioni determinano azioni e traiettorie imprevedibili che servono come base per l’espansione e la variazione del ritmo. Il risultato è un’intensa visione parossistica che raggiunge un caos illusorio e una logica surreale.

“C’è un’idea, studiare l’origine della struttura interna- spiega Edgard Varèse- quest’ultima cresce, si sfalda secondo svariate forme e gruppi sonori in continua metamorfosi, a velocità e direzioni diverse, a dipendere dall’attrazione o dalla repulsione di varie forze. La forma dell’opera è conseguenze di queste interazioni. Le forme musicali possibili sono innumerevoli.”

Diletta Fallani

 

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*