Colori, viuzze e bellezze archeologiche, la magia di Trastevere

Dal latino trans Tiberim, cioè al di là del Tevere

Viaggio nel cuore di Roma nel quartiere più colorito, il più sorprendente
Interno della Chiesa di Santa Maria in Trastevere

di Patrizia Caporali

Siamo nel cuore di Roma, ma Trastevere riesce ancora a conservare l’atmosfera del piccolo villaggio, un luogo di grande fascino ideale per camminare, respirare l’anima autentica dei romani e perdersi.

Viaggio nel cuore di Roma nel quartiere più colorito, il più sorprendenteTra tutti i quartieri della Città Eterna, questo è senza dubbio il più colorito, il più sorprendente. Durante il giorno sembra quasi di essere in un borgo medievale, con tante bellezze archeologiche, botteghe artigiane, mercati e gente che si ferma a chiacchierare per strada; la sera si trasforma per diventare una delle mete più frequentate della movida notturna, ogni piazzetta si vivacizza con tavolini, musicisti, artisti di strada e piccoli chioschi dove si vendono oggetti di artigianato veramente sfiziosi.

Trastevere dal latino trans Tiberim, cioè al di là del Tevere, poiché la città ha origine e sviluppo proprio sulla sponda opposta del fiume, nel passato zona importantissima per i commerci e per tutte le connesse attività mercantili.

Nell’antica Roma questo è il luogo riservato alla comunità siriaca e poi a quella ebraica, ma in seguito, durante il Medioevo, la popolazione diminuisce fino a diventare quasi deserta e Trastevere rientra a far parte del contesto urbano solo due secoli dopo, quando la sua superficie si ripopola.

L'Isola Tiberina
L’Isola Tiberina con il Ponte Rotto

Oggi Trastevere è uno dei quartieri d’eccellenza che racchiude in sé tutta la magia di Roma e dove, ad ogni passo, è possibile godersi un panorama stupendo e un pezzo di storia.

Passeggiando tra le strette vie piene di gente e di profumi sembra di tornare indietro nel tempo, non nella maestosa Roma Imperiale, ma in una Roma diversa, soprattutto semplice e pittoresca, che rivela le sue meraviglie, una dopo l’altra, in modo sorprendente. Vicoli nascosti, piazzette, fontane, splendide dimore, mercatini, edicole ed iscrizioni riportanti gli editti; mille particolari disseminati ovunque.

Qui incontreremo le attrattive più note, come piazza Trilussa o piazza di Santa Maria in Trastevere, prezioso gioiello medievale per arrivare fino via dell’Arco dei Tolomei, e quindi a piazza in Piscinula, a pochi metri dall’Isola Tiberina, e chiamata così per la presenza di uno stabilimento termale con vasche e piscine di epoca romana, posto ormai al di sotto dell’attuale livello stradale.

Viaggio nel cuore di Roma nel quartiere più colorito, il più sorprendente
Villa Farnesina

In un angolo della piazza c’è la chiesetta di San Benedetto in Piscinula che quasi passa inosservata, nonostante detenga ben due record: ha infatti il campanile più piccolo di Roma e la campana più antica della città! E ancora l’interessantissima chiesa di SantaMaria in Cappella, la Basilica di Santa Cecilia e la cinquecentesca Villa Farnesina, nobile residenza piena di affreschi di Raffaello, per giungere fino al ghetto ebraico ed entrare nell’incredibile complesso monumentale del Portico d’Ottavia. Ed ecco la classicità della Roma antica da apprezzare in tutta la sua bellezza, in un museo a cielo aperto.

Salendo poi sulla collina del Gianicolo, è possibile assistere alla cerimonia del colpo di cannone che segna il mezzogiorno e vedere i tetti di Roma distesi davanti agli occhi! Uno spettacolo davvero straordinario, come straordinario è tutto il quartiere di Trastevere.

Un’atmosfera unica che avvolge, rapisce e attrae perché solo qui si vive la Roma più autentica, con le case antiche ricoperte di rampicanti, con i profumi della cucina tipica, con la cordialità della gente, con la sua sorprendente magia.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*