Biennale: la “Follia” del padiglione Gran Bretagna

Sculture e istallazioni realizzate con materiali poco costosi

Il muro colorato con il terrazzo
Share

VENEZIA – È stato affidato a Phyllida Barlow il compito di allestire con le sue opere il padiglione della Grand Bretagna. Classe 1944, l’artista lavora su sculture e installazioni di grandi dimensioni, utilizzando materiali poco costosi come il compensato, il cartone, l’intonaco, il cemento, il tessuto e la vernice per creare sculture e installazioni che puntano sul rapporto stretto tra l’oggetto e lo spazio che si trova intorno a essi. Tutto questo viene riportato nel padiglione inglese che si intitola “Folly” (Follia).

All’esterno dell’edificio l’artista ha installato un gruppo di bolle colorate (palle di natale giganti, come le ha definite) che vanno a contrastare con le forme seriose dell’edificio. All’interno invece, il visitatore incontra le alte colonne di colore grigio che ricordano strutture architettoniche antiche, mentre il muro colorato si contrappone al grigiore del terrazzo in un contrasto estremamente forte.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*