Biennale 2017: il Kosovo e mille persone scomparse

Una denuncia contro la mancata libertà e uguaglianza

VENEZIA – L’artista Sislej Xhafa noto per aver sempre sfidato pregiudizi e stereotipi si è è stato scelto per rappresentare il padiglione del Kosovo alla Biennale d’Arte di Venezia, con il titolo di “Lost and found” (Perso e trovato).

Nel padiglione l’artista affronta il tema delle persone scomparse durante la guerra in Kosovo, ne mancano ancora 1.667. “Lost and found” rappresenta la sofferenza di tanti cittadini che non conoscono quale sia stata la sorte dei loro cari. L’installazione racconta di mancata liberà, uguaglianza ed equilibrio sociale.

Foto: Andrea Avezzù, Italo Rondinella, Francesco Galli, Jacopo Salvi
Gentilmente concesse dalla Biennale di Venezia

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*