Il Padiglione degli Sciamani tra suggestioni e riti antichi

I 77 cappelli di lana e il rito dello scuotimento

biennale 2017 padiglione sciamani
Rito dello scuotimento. Ayrson Heráclito. Foto: Italo Rondinella
Share

VENEZIA – Nel Padiglione degli Sciamani il visitatore è immerso in un mondo di suggestioni e di magia. Qui incontra il lavoro del marocchino Younès Rahmoun composto da 77 berretti di lana che coprono altrettante lampade distribuite sul pavimento (il numero 77 è un cifra sempre ricorrente nelle sue opere, è il numero dei gradi della fede, secondo Maometto), e i film di due performance realizzate sulle due sponde dell’Oceano atlantico (in Brasile e nel Senegal) dal brasiliano Ayrson Heráclito sul tema della deportazione degli schiavi, incentrata sul medesimo rito magico della “scuotimento”, consistente nel colpire con fasci di foglie e rami ogni angolo delle abitazioni per scacciare gli spiriti degli antenati morti.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*