La Compagnia Mayor organizza il Primo Concorso di Poesia dedicato a Nicola Cannone

Ex attore scomparso nel 2009

Share

Pubblicato ore 12:00

LIVORNO – La Mayor Von Frinzius APS organizza il suo Primo Concorso Nazionale di Poesia “Nicola Cannone”, dedicato all’ex attore Mayor scomparso nel 2009.

“Nicola era in grado, con uno sguardo o con un gesto, di diventare immediatamente poesia – dicono dalla Compagnia – Il fatto che vivesse sempre accompagnato dalla possibilità che la morte potesse giungere da un attimo all’altro lo ha reso protagonista assoluto di quello che è il teatro. Il teatro gioca sempre questo scontro di pulsione tra Eros e Thanatos, voglia di vivere nonostante la percezione della morte che sempre ci accompagna. Questo in Nicola emergeva in modo straordinario”.

Dalla poesia di Nicola nasce dunque questo concorso: la poesia vincitrice sarà letta sul palco del Teatro Goldoni il 31 maggio in occasione della replica dello spettacolo “Tarabaralla – ci vuole coraggio a lasciarsi”, che andrà in scena 30 e 31 maggio alle ore 21 ed i cui biglietti sono ancora disponibili presso i circuiti e sul sito ticketone oppure presso la biglietteria del Teatro Goldoni.

Di seguito il regolamento

Art. 1 – Il concorso

Il concorso è dedicato a tutti gli appassionati di poesia e consta di una categoria unica, a tema marginalità sociale. A ogni autore, che è l’unico e solo responsabile del contenuto della propria opera, è lasciata la più ampia libertà d’espressione, nei limiti imposti dalla Legge e dal vigente regolamento.

Art. 2 – Costi di partecipazione

La partecipazione è gratuita, ma a condizione che i partecipanti siano in possesso del biglietto dello spettacolo Tarabaralla del 31 maggio e siano presenti alla serata stessa che vedrà anche la premiazione del vincitore. Nella serata del 31 maggio sarà resa pubblica la classifica finale.

Art. 3 – Invio opere

Ogni partecipante potrà inviare una sola poesia con tema marginalità alla mail compagniamayorvonfrinzius@gmail.com indicando le seguenti informazioni: dati anagrafici del partecipante (nome, cognome, data e luogo di nascita, comune di residenza); recapiti telefonici del partecipante; opera con titolo; foto del biglietto della serata del 31 maggio.

Le opere dovranno pervenire in formato Word o PDF (Carattere: Times New Roman 12). All’interno non dovranno essere presenti altre parole, segni o riferimenti di alcun tipo; questo al fine di mantenere segreta l’identità dell’autore alla visione dei giudici. Nello spiacevole caso in cui tali norme non fossero rispettate dal partecipante, l’Organizzazione si riserva di escludere il partecipante. Nel caso in cui il partecipante sia minorenne, il genitore dovrà indicare i propri dati anagrafici, il recapito telefonico e dare l’autorizzazione alla partecipazione.

Art. 4 – Evento conclusivo

La cerimonia di premiazione avverrà il 31 maggio ad apertura dello spettacolo “Tarabaralla” al Teatro Goldoni di Livorno. Il termine ultimo per la presentazione delle opere è fissato alla mezzanotte del giorno 15 maggio 2024.

Art. 5 – Responsabilità degli autori

L’opera non deve contenere, in alcun modo, termini o frasi offensive o discriminatorie. Gli autori si assumono ogni responsabilità in ordine alla paternità degli scritti inviati, esonerando l’organizzazione da qualsivoglia responsabilità anche nei confronti di terzi.

Art. 6 – La Giuria

Le graduatorie di merito saranno redatte da una qualificata giuria, designata dall’Organizzazione, il cui giudizio è insindacabile ed inappellabile. La Giuria, nominata dall’organizzazione, è composta da personaggi pubblici e della cultura di cui verrà reso noto il nominativo dopo le votazioni.

Art. 7 – Le premiazioni L’opera vincitrice verrà letta il 31 maggio e l’autore sarà premiato sul palco con targa di riconoscimento del premio. Al secondo e al terzo classificato sarà consegnato l’attestato del premio.

Art. 8 – Specifiche delle opere Le opere devono essere frutto esclusivo dell’ingegno e dell’estro del partecipante. Chiunque può partecipare, senza limiti di età e di residenza. Non sono ammessi pseudonimo. La proprietà intellettuale di tali opere resta inalienabile, ma l’autore si impegna, partecipando al concorso, a nulla pretendere per le eventuali pubblicazioni, integrali o parziali, create direttamente dall’organizzazione stessa. Non sono previste categorie, ma una sezione unica. Il tema dell’opera deve essere la marginalità.

Art. 9 – Dichiarazione di responsabilità

Inviando la propria opera all’indirizzo email del Concorso, ogni autore sottoscrive la seguente dichiarazione di responsabilità: “Dichiara che l’opera è una propria creazione originale, frutto del proprio ingegno ed è responsabile del contenuto di cui detiene i diritti ad ogni titolo. Autorizza la pubblicazione e la diffusione del proprio testo che potrà essere utilizzato gratuitamente per pubblicazioni, anche online, ogniqualvolta l’Organizzazione lo ritenga utile ed interessante. Ad ogni utilizzo verrà indicato chiaramente il nome dell’autore. Accetta incondizionatamente tutte le norme contenute nel presente Regolamento del Concorso ed in particolare il giudizio della Giuria. Autorizza l’uso dei dati personali come da D.Lgs. 196/2003 e successive modifiche. Dichiara sotto la sua personale responsabilità che le informazioni fornite sono veritiere.”

Art. 10 – Motivi di esclusione opere

Le opere verranno insindacabilmente escluse dal Concorso: se riportanti evidenze di plagio; se ritenute offensive per l’utilizzo di termini offensivi, irriguardosi e contro l’etica comune; se riportanti offese e discriminazioni dirette od indirette.

Art. 11 – Privacy

I partecipanti, aderendo al concorso, si impegnano ad accettare incondizionatamente quanto stabilito dal presente regolamento ed autorizzano. L’uso dei dati personali, nel rispetto del D.Lgs. 196/2003, è ai soli fini della partecipazione al concorso. La partecipazione implica l’accettazione incondizionata di tutte le clausole del presente regolamento, con la tacita autorizzazione alla divulgazione di propri nominativi, foto, premio conseguito e testo vincitore in articoli su quotidiani, riviste culturali, reti sociali e siti internet. Gli autori o, in caso di minore età, i genitori si assumono la piena responsabilità sulla paternità degli elaborati presentati; inoltre, con l’autorizzazione al trattamento dei dati personali.

© Vietata la riproduzione