La bambina e il sognatore

Un libro capace di emozionare

Dacia Maraini è una persona che seduce ogni volta che appare. Incanta con la dolcezza della voce, con il magnetismo dello sguardo, con la forza della cultura, con quelle storie che catturano fino alle ultime pagine per la loro intensa semplicità. Storie che poi così semplici non lo sono affatto, anzi offrono tanti spunti di riflessione, sono intrise di significato e mettono in discussione gli aspetti più importanti della vita. Così si è presentata a Livorno, davanti a una numerosa platea di studenti della scuola superiore di primo e di secondo grado per un incontro vivace, positivo, propositivo dal quale è uscito un messaggio di apertura verso gli altri e un’esortazione verso la ricerca della passione vera, della competenza, dell’impegno.

Ed è stato bello ripercorrere e dibattere le tematiche del suo ultimo libro, uscito ormai più di un anno fa, La bambina e il Sognatore, un’opera in cui, per la prima volta, il protagonista narrante è un uomo, un uomo semplice, sensibile che, dopo aver perso la figlia di otto anni a causa della leucemia, vive da solo in compagnia di un gufo, che funge anche da coscienza e interviene talvolta provocatoriamente sui suoi pensieri. Nani Sapienza è un maestro elementare un po’ fuori dalle righe, con i suoi racconti a sfondo morale incanta gli alunni e li guida non solo ad apprendere contenuti, ma anche a pensare, attraverso uno strumento fondamentale, lo spirito critico. È un maestro appassionato dei classici che, al tempo stesso, sa interrogarsi, osservare, confrontare le diverse realtà, per entrare nel vivo della nostra complessa attualità. Proprio dal dolore mai sopito per la morte della figlia, il maestro veste i panni dell’investigatore quando una bambina della sua città, la piccola Lucia Treggiani, sparisce nel nulla. Solo poche ore prima della sua scomparsa lui l’aveva sognata col cappottino rosso e la stessa cartella che portava nel momento in cui era stata rapita nel breve tragitto fra la casa e la scuola.

Sembra quasi che il suo sogno sia diventato realtà e da qui comincia una ricerca che coinvolge anche i suoi alunni di quarta elementare in un dialogo su tematiche delicate e terribili, dall’abuso verso i bambini, al fanatismo religioso, alla pedofilia, alla prostituzione minorile, tristemente alimentata dal turismo sessuale, praticato da tanti uomini in luoghi dove vengono fatte prostituire bambine rapite e poi vendute in bordelli clandestini. Certo, nonostante la perdita di Martina, lui non si è abbandonato all’indifferenza ma, proprio perché sa cosa significa amare e soffrire per un figlio, non si rassegna alla scomparsa di Lucia ed è così incalzante nella sua indagine, che viene addirittura sospettato di essere proprio lui il responsabile dell’ipotizzato sequestro o delitto.  E la ricerca di Lucia diventa presto una ricerca di sé, che lo costringerà a ridisegnare i confini di un passato che non può essere dimenticato.

La bambina e il Sognatore è un romanzo sentimentale e intrigante in cui si parla di sogni, sogni che nascono spontaneamente dall’inconscio e sogni che invece sono inseguiti con razionalità e fermezza nel desiderio di trasformarli in realtà. Ma questo è anche un libro che fa ripensare ad altri libri, da Cuore a Pinocchio, Cappuccetto Rosso, ad Alice nel paese delle meraviglie e che, attraverso caratteristiche, messaggi e metafore ci offre l’occasione di riflettere su tanti momenti della nostra contemporaneità. Di nuovo Dacia Maraini ci avvolge nell’incantesimo di un viaggio narrativo ricco di interrogativi, sul filo di un percorso che procede alternativamente tra la ricerca della pace e il desiderio di sapere. E, ancora una volta, è impossibile non lasciarsi sedurre da questa straordinaria scrittrice di vita, di emozioni che con una storia apre mille storie e che, da sempre, è l’ambasciatrice della libertà di pensiero e di tutti quei valori senza tempo, indispensabili per la nostra società.

Patrizia Caporali

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*