Con “Up&Down” la felicità è una cosa normale

Successo per l'evento con Paolo Ruffini e i Mayor Von Frinzius

La Compagnia dei Major Von Frinzius con Paolo Ruffini
I Mayor con Paolo Ruffini
Share
  • di Lorenzo Cioni

LIVORNO – “La felicità è una cosa che dovrebbe essere normale”, così Paolo Ruffini ha esordito al Teatro Goldoni con “Up & down: uno spettacolo normale” lo spettacolo messo in scena insieme agli attori della Compagnia Mayor Von Frinzius.

Ruffini nel ruolo di presentatore, interagisce con gli attori con diverse disabilità: David Raspi, Giacomo Scarno, Giacomo Lagorio, Erika Bonura, Federico Parlanti, Andrea lo Schiavo. Durante lo spettacolo l’attore livornese ha affrontato vari temi in particolare quello della felicità che, come dice, è “quella cosa che tu hai ma non puoi dire di avere” e questo perché nel mondo esistono l’invidia e il rancore.

L’attore livornese parla anche del tema della tecnologia, affermando che è quel mezzo che prima doveva avvicinare, ma adesso allontana le persone, sottolienando come sempre più spesso persone allo stesso tavolo non parlano tra loro, ma si mandano sms sui cellulari.

Ruffini ha poi parlato del rapporto che ha con il teatro: è il luogo in cui puoi permetterti di osare e di togliere quei freni inibitori che guidano la vita di ognuno.

Un momento molto simpatico e di interazione con il pubblico è avvenuto nel bel mezzo dello spettacolo quando Ruffini ha preso in maniera causale delle coppie e persone single dal pubblico e ha posto loro la domanda: “Che cosa è l’amore?” e ognuno ha risposto a modo proprio.

Tema al centro di “Up & down” è stata la disabilità: il disabile ci insegan Ruffini non è qualcuno che “non è abile a” ma qualcuno che “noi diciamo che non è abile a”. Il disabile va accompagnato e va sostenuto in ogni sua azione, non facendolo sentire disabile, ha un’abilità che pochi hanno: è felice davvero. E qui si inserisce il legame tra disabilità e felicità che chiude l’evento.

Uno spettacolo che ha riempito il Goldoni e ha saputo far commuovere i presenti, farli ridere e che soprattutto ha insegnato che nonstante le difficoltà che si possono trovare quotidianamente nella vita, l’importante è essere sempre felici e amare ciò che la vita ci dà. Dobbiamo essere abili alla felicità, perchè sorridendo alla vita, questa prima o poi ci sorriderà e soprattutto dobbiamo abbracciarci molto più spesso poiché la vita come dice Lorenzo, uno degli attori: “è bella e deve essere vissuta felicemente”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*