A Livorno per la prima volta il Theremin suonato da Thorwald Jørgensen

Uno strumento unico che quest'anno compie 100 anni

Per la prima volta a Livorno il Theremin uno strumento unico con due artisti d'eccezione Thorwald Jørgensen e Kamilla Bystrova
Sul palco della Goldonetta Kamilla Bystrova e Thorwald Jorgensen

LIVORNO – Il Theremin è uno strumento elettronico davvero molto particolare, inventato nel 1919 dal russo Lev Termen, lo si suona senza toccarlo.

Cos’è il Theremin?

Per la prima volta a Livorno il Theremin uno strumento unico con due artisti d'eccezione Thorwald Jørgensen e Kamilla Bystrova
Thorwald Jørgensen con il Theremin

Lo strumento infatti si compone di due antenne (verticale e orizzontale) e basta avvicinare la mano a una delle due per farlo funzionare, nello specifico, se si avvicina la mano all’antenna verticale si può controllare l’intonazione, se si avvicina a quella orizzontale si controlla il volume. Le antenne sono collegate tra loro tramite una struttura che contiene circuiti elettrici. Ebbene, il Theremin compie quest’anno 100 anni e arriva a Livorno, giovedì 21 marzo per un concerto alla Goldonetta (ore 21).

Gli artisti

A suonarlo sarà Thorwald Jørgensen (alla fine dell’articolo potete vedere un video con una sua esecuzione), musicista olandese ritenuto oggi uno dei massimi virtuosi dello strumento: intensissima la sua carriera, che lo ha portato ad esibirsi con successo come camerista, solista e in orchestra in Teatri e Festival in Europa, Nord e Sud America, Canada e Russia.

Ad affiancarlo in questo viaggio la bravissima e versatile pianista russa Kamilla Bystrova, nata a Mosca, premio Link Prize per l’esecuzione dei Quadri di un’esposizione di Mussorgsky e molto attiva in campo concertistico come solista e in formazioni da camera in tutta Europa.

Il programma

Per la prima volta a Livorno il Theremin uno strumento unico con due artisti d'eccezione Thorwald Jørgensen e Kamilla Bystrova
Kamilla Bystrova

Il programma prevede l’esecuzione di suggestivi brani di P. I. Tchaikovsky, S. Rachmaninov, A. Alyabieff, L. Kavina, L. Auerbach.

L’evento si inserisce nella rassegna “Classica con gusto” dedicato alla musica da camera organizzata con il progetto artistico del Maestro Carlo Palese e la collaborazione di Menicagli Pianoforti.

Anche per le scuole

L’originalità di questo concerto ha portato all’idea di coinvolgere anche i più giovani: da qui il suo inserimento nell’ambito della rassegna Teatro Ragazzi, organizzata dal Teatro Goldoni in collaborazione con Comune di Livorno, CRED, Pilar Ternera, con un doppio appuntamento riservato alle scuole medie ed elementari venerdì 22 marzo alle ore 9 e alle 10.30, sempre in Goldonetta.

Presentazione, biglietti e drink

Il concerto di giovedì sera sarà preceduto dalla presentazione al pubblico di programma e artisti a cura del Maestro Carlo Palese e si concluderà con il tradizionale drink offerto dagli organizzatori.

Biglietti ancora disponibili (posto unico numerato) € 10 presso il botteghino del Goldoni (tel. 0586204290) è aperto il martedì e giovedì ore 10-13, il mercoledì, venerdì e sabato ore 16.30-19.30.

 

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*