Il Livorno Rugby torna in serie A dopo dieci anni

Ripescato, grazie all'ottimo campionato di B chiuso al secondo posto

Il Livorno Rugby
Share

Pubblicato ore 17:12

LIVORNO – Per tutti i tifosi di rugby e gli amanti dello sport questa è una grande notizia: il Livorno Rugby ha meritato la promozione in serie A. La notizia era già da tempo nell’aria, grazie all’ottimo campionato di B, girone 2, 2021/22, chiuso dai labronici al secondo posto, con ben 77 punti racimolati in 18 giornate. Il ‘ripescaggio’ nel secondo campionato domestico è stato ufficializzato in questo caldo sabato di metà estate.

Nella nuova serie A, saranno al via 33 formazioni, divise in tre gironi geografici: quello del nord-ovest, quello del nord-est e quello che comprende formazioni del centro e del sud. I biancoverdi labronici, che presumibilmente si troveranno nel girone 3, quello del centro-sud, tornano a disputare, dopo dieci anni, un torneo più consono alle proprie straordinarie tradizioni. Quello della serie A è un campionato che dà lustro al movimento sportivo cittadino. Il Livorno Rugby affronterà tale importante torneo senza ‘tradire’ il proprio progetto: continuerà a presentare un roster composto in larghissima prevalenza da atleti nati e cresciuti nel proprio eccezionale vivaio.

Nella serie A 2022/23, oltre alla Lazio, retrocessa dalla Top10, saranno impegnate Biella, Parabiago, Milano, Centurioni Lumezzane, Alghero, VII Torino, CUS Genova, Pro Recco (squadre che nella stagione 21/22, hanno giocato, insieme al CUS Torino, nel girone 1, il raggruppamento del nord-ovest), Valsugana Padova, Vicenza, Verona, Paese, Badia, Petrarca Padova ‘B’, Tarvisium, Valpolicella, Casale (che nella scorsa annata hanno giocato nel girone 2, il raggruppamento del nord-est), Capitolina, Cavalieri Prato/Sesto, Perugia, Noceto, Pesaro, Romagna, Amatori Catania, Civitavecchia, Afragola Napoli (che erano impegnate nel girone 3, il raggruppamento del centro-sud), CUS Milano, Parma, Patavium, Primavera Roma (prime classificate in B e promosse direttamente) e, appunto, Livorno e Avezzano (ripescate).

Il Livorno Rugby mancava dalla serie A dalla stagione 2011/12. Nell’arco di questi dieci stagioni vissute in B (in realtà ‘otto e mezzo’ i campionati giocati, vista la lunga interruzione agonistica, dal febbraio 2020 all’ottobre 2021, causata dall’emergenza della pandemia) ha più volte sfiorato la promozione.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*