Pielle affronta Crema: insieme per contrastare la violenza sulle donne

Contro gli amaranto un roster molto giovane

Share

Pubblicato ore 10:34

LIVORNO – Terzo impegno settimanale per la Pielle che, al Pala Macchia, affronterà la temibilissima Logiman Pall. Crema (oggi domenica 10 dicembre, ore 18). A distanza di 7 giorni dalla vittoria colta a danno di Piombino e a soltanto 3 da quella, sofferta, di Salerno, la squadra di coach Marco Cardani tornerà a combattere davanti al pubblico, atteso come sempre caldo e numeroso.

La Pallacanestro Crema di coach Massimiliano Baldiraghi arriva al Pala Macchia con 16 punti, a conferma di una squadra in gran salute che, pur priva del capitano Matteo Graziani (ex di turno), è riuscita a dominare Desio nel turno infrasettimanale. Roster molto giovane, con tutti giocatori dal 2000 in su. Il quintetto vede Francesco Oboe in cabina di regia, 23enne ma già con molti campionati in categoria, e anche qualche esperienza in A2, alle spalle. Nel ruolo di guardia/ala a fronte dell’assenza di Graziani, si alternano il più fisicato Nicolò Ianuale e il più perimetrale Matteo Nicoli.

Le stelle dell’attacco cremasco, tuttavia, le troviamo sotto canestro e rispondono al nome di Arsenije Stepanovic e Kiril Tsetserukou, lunghi moderni capaci di far male anche dal perimetro. Il più perimetrale e letale dalla lunga distanza è senza dubbio Stepanovic con un notevole. Per lui un bottino da oltre 12 punti di media a partita in 32’ di utilizzo. Tsetserukou – ex allievo di coach Marco Cardani ai tempi di Bernareggio (semifinalista playoff contro la Libertas 1947) – tira invece poco da 3, ma brilla nelle soluzioni dentro il pitturato con un eccellente 69% e ai rimbalzi con 6,7 nei suoi oltre 30 minuti sul parquet.

Dalla panchina tre giovani prodotti del vivaio rosanero stanno facendo davvero molto bene. E stiamo parlando del play Lorenzo Ziviani, terzo polmone naturale di Oboe, che strada facendo è riuscito a conquistarsi sempre più fiducia da parte dello staff con oltre 15 minuti e pericolosità offensiva. Minutaggi inferiori, viceversa, per Andrea Ballati, esterno con un tiro mortifero dalla linea dei 6 metri 3 75, e per il lungo Riccardo Carta. In sostanza la Logiman è squadra che gioca bene e, soprattutto, spensierata. Tanto da aver già espugnato il Pala Macchia di Livorno, sponda Libertas, per mezzo di una prestazione efficace a attenta per l’intero arco dei 40 minuti. La Pielle è avvertita.

Una domenica speciale in cui tutto il mondo biancoblù vuole lanciare un messaggio forte assieme alla Pall. Crema, società che da anni si batte per coinvolgere e sensibilizzare atleti, tifosi della propria squadra e non sulla responsabilità collettiva delle discriminazioni e della violenza contro le donne a fianco della Fondazione Libellula Impresa Sociale.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*