Al Mondigliani Forum va in scena il derby tra Libertas e Pielle

Questa sera palla a due alle ore 20,30

Basket. Le squadre labroniche di serie C Gold e Silver, scaldano i motori
Share

Pubblicato ore 14:00

LIVORNO – 33 anni dopo, è di nuovo derby di campionato. Al Modigliani Forum, palla a due alle 20,30 sarà un giovedì sera incandescente quello di stasera 3 febbraio.

La Libertas, acciaccata e con più partite che allenamenti nelle gambe in questo 2022, proverà a tirare fuori il carattere e ad azzerare il gap di entusiasmo e condizione atletica che la divide dai cugini della Pielle. Squadra tosta, quella ospite, che dopo un avvio di stagione stentato ha ingranato le marce alte. L’ultima perla è il successo netto contro San Miniato domenica scorsa. Il ritrovato Iardella è giocatore temibile e sotto le plance il miglior rimbalzista del campionato Giovanni Lenti è un totem difficile da affrontare. La Libertas invece è reduce dalla non indimenticabile prestazione contro Borgomanero, l’ultima della classe. La garra di Marchini, il cuore di capitan Forti, la sicurezza-Ricci sono le armi con cui la Libertas cercherà di cambiare l’inerzia con cui le due squadre arrivano alla sfida stracittadina. Quest’anno c’è un precedente: il 12 settembre la Pielle si impose 70-60 nella partita secca di
SuperCoppa.

Una partita speciale, attesa, che vedrà la Pielle di coach Andrea Da Prato affrontare una delle migliori squadre del girone (finalista lo scorso anno per salire in A2), malgrado un prima fetta di stagione vissuta tra alti e bassi a causa di numerosi infortuni. Infortuni in rapida successione dei quali ha sofferto pure la Pielle, quasi tutti rientrati e con il solo Pederzini che tornerà disponibile nel giro di pochi giorni, ma non per il derby. Abile arruolato, invece, Luca Campori, assente domenica scorsa contro l’Etrusca San Miniato. Partita difficile, dicevamo. In primis per la qualità di un avversario che vanta nelle proprie file giocatori del calibro di Marco Ammannato (out), Andrea Casella, Davide Marchini, Luca Toniato, Ivan Morgillo, Antonello Ricci e il capitano Francesco Forti, oltre ad una fitta schiera di under di valore assoluto (Bechi, Kuuba e Onojaife). Il tutto sotto la regia di coach Alessandro Fantozzi. Arbitri della gara i signori Barbieri e Berger di Roma.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*