Rubrica Cinema all’aperto: cosa c’è stasera a Livorno

Tre film tra cui scegliere

Baby Boss  – Arena Fabbricotti. Ore 21.30

Regia di Tom McGrath. Film d’animazione con le voci di Alec Baldwin, Steve Buscemi, Lisa Kudrow, Jimmy Kimmel, ViviAnn Yee, Eric Bell Jr. Genere Animazione – Durata 97 minuti.

Trama: Tim Templeton è un bambino di sette anni e mezzo molto amato dalla sua famiglia e dolcissimo con tutte le persone che lo circondano. Il suo piccolo mondo è fatto di giochi e attenzioni dei genitori fino a quando non arriva in casa il nuovo fratellino. Istante dopo istante il nuovo arrivato monopolizza le attenzioni e l’affetto dei genitori diventando appunto il Boss di casa. Tim, profondamente arrabbiato per questo drastico cambio di comportamento della famiglia, decide di pedinare il fratellino in ogni sua mossa fino a quando scopre una verità che cambierà tutto.

Sully – Arena Ardenza. Ore 21.30

Regia di Clint Eastwood. Con Tom Hanks, Aaron Eckhart, Laura Linney, Anna Gunn, Autumn Reeser, Sam Huntington. Titolo originale: Sully. Genere biografico. Durata 95 minuti.

Trama: Sully, diminutivo di Chesley Sullenberger, è un ex pilota dell’Air Force che ha una grande esperienza di volo e molte ore all’attivo, decolla con un aereo con 155 persone a bordo. Poco dopo il decollo uno stormo di oche colpisce il velivolo. Sully deve tentare un atterraggio di fortuna nel fiume Hudon. Ma questo suo gesto lo porterà a subire grosse conseguenze.

Spider-Man: Homecoming – Arena La Meta. ore 21.30

Regia di Jon Watts. Un film con Tom Holland, Marisa Tomei, Zendaya Coleman, Robert Downey Jr., Michael Keaton.  Genere Fantastico – Durata 133 minuti.

Trama: Peter Parker non riesce a scrollarsi di dosso quanto sia stata incredibile la sua esperienza con gli Avengers e di aver conosciuto Tony Stark e avere mantenuto con lui un rapporto speciale, tanto da avere un contatto diretto attraverso il suo assistente Happy Hogan e da aver ricevuto in dono un super-costume. Peter è così innamorato dell’idea di diventare un Avenger da lasciar scivolare in secondo piano anche la ragazza che gli fa battere il cuore, la bella Liz, per andare dietro ai criminali e mostrarsi pronto per la posizione in squadra. Le cose però non vanno come previsto, perché il suo avversario, l’Avvoltoio, una squadra ce l’ha e opera in modo organizzato e all’occorrenza spietato, motivato dalla rabbia per un grande e onesto affare che proprio gli Avengers gli hanno “sottratto”.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*