Recensione. “Appetite for destruction” grande successo dei Guns N’ Roses

Uno dei dischi che più hanno influenzato il mondo del rock and roll

guns n roses
  • di Lorenzo Cioni

Appetite for destruction“, pubblicato il 21 del 1987 dai Guns N’ Roses, è l’album di maggior successo della band, nonché quello che ha aperto le porte del successo al gruppo statunitense. È il primo disco della band con la formazione da tutti conosciuta: Axl Rose alla voce, Slash alla chitarra solista (e ritmica in “Think About You”), Izzy Stradlin alla chitarra ritmica, Steven “Pop corn “ Alder alla batteria e Duff “Rose” McKagan. Con 30 milioni di copie vendute è considerato uno dei dischi che più hanno influenzato il mondo del rock and roll.

La prima edizione aveva una copertina opera dell’artista americano Robert Williams (che raffigura un mostro volante che difende una ragazzo da un robot): il disco fu ritirato dal commercio. Venne rimesso in circolo con una nuova copertina che poi diventerà uno dei tatuaggi del cantante (una croce con i teschi dei componenti della band).

I brani di questo disco sono tra i più famosi della band. L’album si apre con “Welcome to the jungle” che sarà considerato uno dei cavalli di battaglia del gruppo, e poi è un’escalation di pezzi sempre più aggressivi e con temi sempre più svariati (dall’alcool in “Nightrain”, alla droga in “Out Ta Get Me”). Si arriva a “Mr Browstone” canzone scritta dal chitarrista ritmico Izzy Stradlin, che ha tonalità quasi pop. “Paradise City”, da molti considerata il capolavoro dei GnR, funge da spartiacque. “Sweet Child o Mine” è la sola canzone che nel disco parla di amore. Ha uno dei soli più belli della storia del rock mondiale, eseguito da Slash (chitarrista solista della band). “Rocket Queen”, canzone dai temi erotici, chiude l’album.

Il disco viene inserito dalla rivista Rolling Stone al 62° posto nella classifica tra i 500 album migliori al mondo. Nel 2018 viene annunciata (e messa sul commercio) l’edizione rimasterizzata del disco con pezzi inediti (tra cui “Shadow of Your Love”) che permette all’album di riposizionarsi nella top 10 dei dischi più apprezzati.

La nuova edizione dell’album vede la luce in un momento storico della band: il gruppo infatti è nel ben mezzo del “Not in this lifetime” tour, che vede 3/5 della band originale tornare sul palco a surclassare le folle.

Per ogni amante del rock questo album rappresenta la svolta tra il rock degli anni ’70 e il rock anni 80/90. Per concludere: “Tutti hanno bisogno di amore. Lo sai che è vero. Un giorno troverai qualcuno che si innamorerà di te”. Con questa frase Axl Rose dice che nel rock non c’è solo rabbia e che non è solo rumore, ma che in ogni uomo giace profonda la voglia di trovare l’amore, di amare e di essere amato.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*