“Merry Christmas from…”, un disco per Natale

Una raccolta di classici incisi dai più famosi cantanti americani

disco natale
  • di Stefano Lucarelli:

Fra pochissimi giorni si celebra quella che è, per quasi tutti, la festa più importante dell’anno, il Natale. In questo periodo è assai frequente ascoltare per radio, tv o altri canali, privati e non, musiche e canzoni a carattere natalizio. Canzoni “classiche” o rivisitazioni più o meno moderne, ci fanno da colonna sonora mentre siamo alle prese con i preparativi per la grande festa.

È di un disco in particolare che voglio parlarvi quest’oggi, ovvero di quella che a mio modesto avviso risulta essere una delle compilation più belle fra quelle dedicate al Natale. L’album, che si intitola semplicemente “Merry Christmas from…”, è una raccolta di classici di Natale incisi da importanti e famosi artisti americani fra la metà degli anni ’50 e la fine dei ’60, uscita nel 1979 ed edita dalla Capitol Record.

Questo LP prevede 16 tracce (8 per facciata) che sono:
Per il lato A
Ella Fitzgerald – Silent Night
Nat King Cole – Adeste Fideles
Dean Martin – Let It Snow! Let It Snow! Let It Snow!
Jackie Gleason – Have Yourself A Merry Little Christmas
Peggy Lee – Like A Sleighride (Jingle Bells)
The Beach Boys – I’ll Be Home For Christmas
Bing Crosby – Christmas Dinner Country Style
Nat King Cole – O Holy Night

e per il lato B

Jo Stafford – Little Drummer Boy
Dean Martin – White Christmas
Ella Fitzgerald – O Little Town Of Bethlehem
Bing Crosby – Do You Hear What I Hear
The Beach Boys – Santa Claus Is Comin’ To Town
Ella Fitzgerald – The First Noel
Nat King Cole – The Christmas Song
Peggy Lee – The Christmas Waltz

Vediamo di analizzare le canzoni comprese in questa bellissima raccolta:

Silent Night”, incisa da Ella Fitzgerald nel 1968, conosciuta in italiano come “Astro del Ciel”, ha come titolo originale “Stille Nacht” ed è un brano di origine austriaca le cui parole furono scritte nel 1816, fu musicata due anni dopo e presentata alla vigilia di Natale del 1818 in una versione che comprendeva due voci soliste, un coro ed una chitarra. È stata poi in seguito tradotta in ben 140 lingue.

Adeste Fideles”, interpretata da Nat King Cole nel 1960. Non esistono prove certe per attribuire la paternità di questo brano a qualcuno. È certa solo la trascrizione di testo e melodia da parte di Sir John Francis Wade che sembra averlo preso da un tema popolare irlandese nel 1743.

Let It Snow! Let It Snow! Let It Snow!” di Dean Martin, del 1960. Canzone scritta nel 1945 è stata interpretata da innumerevoli artisti fra i quali Bing Crosby e Frank Sinatra e in anni più recenti da Jessica Simpson e Michael Bublé ed anche dalle italiane Mina e Laura Pausini.

Have Yourself A Merry Little Christmas” nella versione di Jackie Gleason del 1956. Canzone incisa per la prima volta da Judy Garland che la cantò nel film “Incontriamoci a St. Luois”, in una scena in cui la famiglia protagonista, di St Luois appunto, è affranta per la partenza del capofamiglia alla volta di New York per motivi di lavoro.

Like A Sleighride (Jingle Bells)”, Peggy Lee, incisa nel 1960. È una versione di quella che probabilmente è la canzone natalizia più nota al mondo, ovvero “Jingle Bells”. Scritta nel 1857 da Lord James Pierpont aveva come titolo originale “One Horse Open Sleigh” ed era stata pensata per essere cantata nel giorno del ringraziamento.

I’ll be home for Christmas”, The Beach Boys, 1964. La canzone, portata al successo da Bing Crosby, è del 1943 e parla di una persona lontana da casa che si augura di poter raggiungere i propri cari per Natale. Dato il periodo in cui fu incisa, risultò essere una canzone popolare e particolarmente amata dai soldati che si trovavano coinvolti nel secondo conflitto mondiale.

Christmas Dinner Country Style” incisa da Bing Crosby, scritta da Ralph Freed and Grace Saxon nel 1963, è una canzone non molto nota a noi italiani, dal carattere giocoso in stile country, appunto.

Holy Night”, Nat King Cole, 1960. Fra le canzoni natalizie più famose, è stata scritta nel 1847 con il titolo di “Minuit, Chretiéns” e tradotta in inglese nel 1855. È stata incisa da un’infinità di artisti fra i quali, Luciano Pavarotti, Aretha Franklin, Whitney Houston, Gorge Michael e tanti altri.

Little drummer boy” di Jo Stafford del 1964. Canzone scritta nel 1941 da Katherine Kennicott Davis col titolo “The Carol of the Drum”, nel 1959 cambiò il titolo in quello universalmente conosciuto, cambiamento che fu aspramente avversato dall’autrice che ne rivendicava la paternità. La canzone parla di un ragazzo che, nell’impossibilità di portare un regalo a Gesù bambino, con l’approvazione della Madonna, suona il tamburo in suo onore.

White Christmas” nella versione di Dean Martin del 1960. Conosciuta in italia col titolo di “Bianco Natale” è stata scritta da Irving Berlin nel 1940. È senza dubbio una delle melodie natalizie più belle e nella sua prima versione, quella di Bing Crosby, vinse l’Oscar come migliore canzone dell’anno 1943 secondo Billboard. È uno dei dischi più venduti della storia.

O little town of Bethlem”, Ella Fitzgerald, 1968. Scritta nel 1868 dal vescovo statunitense Philippe Brooks e musicata dall’organista della sua chiesa, fu ispirata al prelato da un viaggio in Terra Santa compiuto tre anni prima.

Do you hear what I hear” incisa da Bing Crosby nel 1963. Fu scritta nel 1962 dai coniugi Ragney come inno alla pace durante la crisi cubana, in piena guerra fredda. Una triste curiosità: Bing Crosby incise questa canzone il 22 novebre 1963, giorno dell’uccisione di John Kennedy.

Santa Claus is coming to town”, Beach Boys, 1964. Scritta 30 anni prima, ovvero nel 1934, per la prima volta fu cantata da Eddie Cantor in occasione del giorno del Ringraziamento di quell’anno. Ne esistono varie incisioni, fra le quali mi corre l’obbligo ricordare quella bellissima – in versione rock – da parte di Bruce Springsteen e la E-Street Band.

The first Noel”, Ella Fitzgerald, 1968. Anche se la parola Noel farebbe pensare ad un qualcosa di francese, la canzone, databile addirittura fra il XVI e XVII secolo, ebbe origine in Cornovaglia. Si tratta quindi di un brano tradizionale inglese il cui testo si riferisce al “primo Natale”, ovvero alla nascita di Gesù.

The Christmas Song” di Nat King Cole, 1960. Conosciuta anche come, e forse di più, col titolo di “Merry Christmas to You”, fu scritta nel 1944 da Mel Tormé e Bob Wells. Nat King Cole la incise per la prima volta nel 1946. Nel testo viene citato anche Jack Frost, personaggio folkloristico anglosassone.

The Christmas Waltz”, Peggy Lee, 1960. Scritta nel 1954 per Frank Sinatra, canzone dall’incedere tipico del valzer lento parla dell’atmosfera natalizia tipicamente americana: vetri smerigliati, candele accese e bastoncini di zucchero dipinti.

Sperando di aver fatto cosa gradita, auguro a tutti i lettori di Livorno Sera di trascorrere un sereno Natale!

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*