“La Colonna di Fuoco” di Ken Follett tra intrighi e amori

Un romanzo epico che cattura il lettore e lo seduce

ken follet
Lo scrittore Ken Follet
Share
  • di Patrizia Caporali:

Attesissimo da anni per completare quell’affascinante triologia iniziata nel 1989 con I pilastri della terra e proseguita poi nel 2007 con Mondo senza fine, ecco l’ultimo capolavoro di Ken Follett. A parte la comune ambientazione a Kingsbridge, città immaginaria inglese lacerata dai conflitti religiosi tra cattolici e protestanti, La Colonna di Fuoco può essere letta anche prescindendo dai precedenti volumi, poiché  le vicende non sono assolutamente collegate. Intrighi, amori, vendette e decine di personaggi, seguiti di generazione in generazione, sono gli ingredienti che Ken Follett usa ancora una volta per raccontare la Storia e conquistare subito i lettori con riflessioni ed emozioni di forte intensità.

ken follet
Il nuovo libro

È il mese di Gennaio del 1558, quando il giovane Ned Willard, figlio di un ricco mercante protestante, dopo un anno di permanenza a Calais, fa ritorno a casa e vorrebbe sposare Margery Fitzgerald, figlia del sindaco cattolico della città.
Ma il loro amore non è sufficiente per abbattere le barriere degli opposti schieramenti religiosi, tutto sta per cambiare e solo la vecchia cattedrale rimane lì immobile, muta, inalterata nonostante le stagioni, la vita, la morte, le guerre. Siamo nel periodo in cui sale al trono della monarchia inglese la scomoda e tollerante regina anglicana Elisabetta Tudor, che la santa comunità cattolica, compresa la regina di Scozia Maria Stuarda, vuole eliminare. A sua protezione il consigliere Sir William Cecil viene così a creare una sottile rete di spionaggio mirato anche a contrastare i tentativi di ribellione e invasione del suo regno.

Quale migliore occasione per Ned Willard che si è innamorato proprio nel momento sbagliato? Ingaggiato dal consigliere della sovrana, parte da Kingsbridge sotto una bufera di neve per svolgere il suo nuovo, segretissimo, terribile impiego che però rappresenta l’unica via di scampo, l’unica possibilità per portare avanti quell’amore. L’amata Margery, intanto, non può essere sua a causa di un matrimonio combinato per garantire all’aristocratica famiglia Fitzgerald il titolo nobiliare e il visconte Bart Shiring, cattolico, è il pretendente perfetto per raggiungere l’obiettivo: la volontà della quindicenne e i suoi sentimenti hanno scarso valore rispetto a certe priorità.

Il giovane Ned diventa così uno degli uomini chiave del primo servizio segreto britannico di ogni tempo e, per quasi cinquant’anni il suo amore per Margery rimane un sogno irraggiungibile. Le vicende si snodano dalla Gran Bretagna, alla Francia, passando per la Spagna e per i Paesi Bassi, mentre il romanzo si arricchisce di tanti personaggi indimenticabili che si vanno ad aggiungere a quelli che sono stati i veri protagonisti della storia: Elisabetta e Maria Tudor, Sir William Cecil, Enrico II, Caterina dei Medici, Maria Stuarda, Giacomo Stuart, re Giacomo I d’Inghilterra e molti altri ancora.

ken folletTra tanti intrighi, misteri, complotti e amori, l’estremismo religioso continua a seminare violenza, perché il gioco è sempre il solito! Gli atroci conflitti non nascono dalle convinzioni religiose differenti, bensì dai tiranni che, per interesse, ambizione, sete di potere, vogliono imporsi su tutti coloro che invece credono nella tolleranza e nella conciliazione.

Con La Colonna di Fuoco ci troviamo di fronte a un romanzo epico di grande spessore dove, nonostante la collocazione temporale così lontana da oggi, non possiamo fare a meno di trovare tanti spunti di grande attualità. Allora come ora, il desiderio di libertà, difficile da conquistare e poi da mantenere, rimane il fulcro più prezioso della vita umana. Mai dovrebbe essere calpestata. Ora come allora, nessuno deve esserne privato e tantomeno ucciso per la sua fede religiosa.

Ancora una volta Ken Follett descrive un periodo storico affascinante intersecando le problematiche religiose con quelle ostilità originate dall’estremizzazione del concetto di razza,  dalle violenze del più forte sul più debole, con la questione femminile, con le lotte di potere e di avidità. Un romanzo avvincente, avventuroso che cattura il lettore, lo incuriosisce, lo seduce, lo rende protagonista e lo trattiene fino alle ultime pagine quando non rimane altro che il desiderio di attendere la prossima opera di questo straordinario scrittore.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*