Gli “Incastri” di Mister Thoms in mostra da Uovo alla Pop

E l'1 ottobre inaugurazione del murale dello street artist romano

Due opere di Mister Thoms in esposizione. Foto: Diletta Fallani
Share

Pubblicato ore 12:00

  • di Diletta Fallani (articolo e foto)

LIVORNO – Colori vivaci che catturano lo sguardo di chi entra, linee disinvolte che creano movimento, dettagli che se colti fanno la differenza all’interno di una microespressione, il sopra ed il sotto fusi nello stesso spazio. Non c’è una sola opera che il visitatore non voglia osservare con cura e con la curiosità di chi vuole capirne anche l’attenta costruzione.

Un’opera di Mister Thoms

Sono undici, per la precisione, i quadri esposti nella mostra personale intitolata “Incastri” di Mister Thoms, street artist romano (vero nome Diego della Posta), all’interno della galleria di Uovo alla Pop, sugli Scali delle Cantine 36-38. Un viaggio nel mondo della fantasia tra lupi, barche volanti e abbracci, con chiari riferimenti anche all’ambiente e alla situazione climatica.

Opera di Mister Thoms

La mostra sarà visitabile gratuitamente, su prenotazione, scrivendo a uovoallapop@gmail.com, fino al 15 ottobre. Esattamente questo venerdì, 30 settembre, dalle ore 18.30 alle 20.00, l’artista sarà lieto di incontrare il pubblico e chiunque voglia farsi firmare le opere acquistate o scambiare due parole con lui riguardo l’attuale retrospettiva dal titolo “Incastri”.

Opere di Mister Thoms

Il titolo scelto per la mostra è in stretta relazione con l’inaugurazione di un grande murale in viale Nazario Sauro che avverrà tra pochi giorni, sabato 1 ottobre (ore 18.30) e sarà un’opera imponente, lunga 60 metri, a cui Mister Thoms sta lavorando in questi giorni e che sarà dedicata al tema dell’affido.

Nel murale di Mister Thoms vivace e ricco di sorrisi, di bambini e pupazzi che si confondono, di mamme, babbi sarà possibile cogliere quell’emozione e quel calore che soltanto l’abbraccio di un bambino può donare. È esattamente questo “l’incastro” giusto, la soluzione che avvicina ogni bambino alla sua seconda famiglia, lasciandolo però anche legato alla prima perché come dicono molti genitori “l’amore non si divide ma si moltiplica”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*