Enigmistica. Stasera……. mezzo minuto di raccoglimento!!

Un esclusivo luogo di culto

enigmistica
Share
  • di Simonetta Del Cittadino:

Esiste un mondo dove il tacchino è un piccolo rialzo della scarpa, dove Orlando è un gerundio o dove il bidé è un film erotico da cui derivò poi “Il bidone”.

spazio teatro
Simonetta Del Cittadino

Ma lo sapete che la mia nonna “Lavorava con l’ago fino a mezzanotte/per aggiustare le mutande rotte”? Tenero quadretto, peccato che la nonna non sapesse cucire e che tutto richiami a uno strumento utilissimo, la BUSSOLA!!!! Magari alla inesperta vecchietta potremmo dare “Un quotidiano di gran formato”…, da leggere?
No, da mangiare, visto che si tratta del PANE! Oppure le potremo mostrare “un ‘esile, prìa del dì, falce di luna….”, non proprio la nostra luna, ma la LETTERA C, quella falce che viene appunto prima della lettera D!!!!!!!!!!! È chiaro, no? “Sotto il velame de li versi strani”, per dirla con Dante, si cela un universo virtuale.

È il mondo dell’enigmistica classica, un esclusivo luogo di culto, frequentato da migliaia di adepti e seguaci di una delle più antiche discipline dell’uomo, che corre parallela al nostro mondo reale e dove, dando la mano ad Edipo, possiamo salire gradone per gradone fino alla cuspide di una piramide fantastica che si nutre di alchimia alfabetica.

Gli enigmisti lo sanno che la loro è una forma d’arte vera e propria che aguzza il cervello: come dei falegnami della lingua, montano smontano, ricompongono 21 lettere dell’alfabeto e non pensano mai al significato corrente e voilà….. il REGGIMENTO non è un sostegno della faccia e il TESTAMENTO non è una variante del testacoda!!!
Attenzione, però, si rischia una vera e propria dipendenza, nel senso che… “SE SORIANO SPERICOLATO SOTTRARRÁ STRUTTO SERVIRÁ STAMPELLINA”, cioè tralasciando la tentazione della lettera S per il gusto del Tautogramma, per dirlo in lingua popolare “Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino! Insomma stasera ascolterete il CASO DELLA COSA NEL CAOS!

Benvenuti allora nel mondo della follia linguistica! A proposito… nel titolo vi è stato chiesto un po’ di attenzione… già, così parrebbe! Ma le parole sono inganni, non lasciatevi imbrogliare e rilassatevi tenendo però sempre vigile la mente con gli enigmi che sarete chiamati a risolvere!

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*