Ciak Vintage: “Hocus Pocus” per un Halloween con i fiocchi

Una piccola perla nella cinematografia Disney anni Novanta

hocus pocus
La tre streghe Sanderson (da sin. Sarah Jessica Parker, Bette Midler e Kathy Namiji)
Share
  • di Irene Coluccia:

Finalmente, siamo nel giorno dell’anno che preferisco, ebbene si è Halloween gente! Che voi siate o meno fanatici come la sottoscritta della celeberrima festa anglosassone, anche in àmbito film si respira aria fatta di zucche, dolcetti, scherzetti ma soprattutto tanto divertimento.

A mio parere la decade che al meglio poteva raccontare un’ambientazione simile è proprio quella degli anni Novanta, con uno dei miei film (a dispetto di anni di studi cinematografici e snobismo intellettuale) preferiti in assoluto. Si tratta di “Hocus Pocus“, film del 1993 diretto da Kenny Ortega (regista di punta delle produzioni Disney, dirigerà il grande successo di pubblico “High School Musical” e “The Descendants“) per la Walt Disney Pictures.

La trama narra delle tre malefiche streghe, le sorelle Sanderson che nella cittadina di Salem (realmente celebre per la caccia alle streghe) rapiscono la piccola Emily, succhiandole la linfa vitale in modo da restare giovani per sempre; il fratello Thackery prova a salvare la bambina, restando però vittima di un incantesimo che lo trasforma in un gatto nero. I genitori dei ragazzi trovano le tre streghe e le impiccano. Trecento anni dopo, il maleficio sta per ripetersi e le tre fattucchiere tornano in vita a causa di tre giovani del villaggio.

hocus pocus
Le labbra a cuore di Winifred

Questo film diviene un cult e riceve moltissimi premi, innanzitutto per le interpretazioni magistrali delle tre streghe:  Bette Midler nel ruolo di Winifred, una giovanissima Sarah Jessica Parker nel ruolo della svampita Sarah e Kathy Namiji (uscita dal successo mondiale di Sister Act) nel ruolo di Mary. Le interpretazioni delle tre fantastiche attrici, insieme alla meravigliosa colonna sonora di John Debney e (lasciatemelo dire) alla scenografia, ai costumi e al make up (le labbra a cuore di Winifred sono state un mio feticcio per anni!), vanno a creare un vero e proprio cult di Halloween, dove per divertirsi non ci si appoggia a semplici scene di carneficine o momenti di tensione, ma a quello dal quale la festa attinge il suo potere popolare contemporaneo: il divertissement.

hocus pocus
La scena del ballo

Numerosi sono inoltre i riferimenti alla cultura visuale del periodo, riferimenti che naturalmente il primo pubblico Disney, o comunque i bambini che hanno guardato questo film nel ’93 non coglievano appieno, ma che permettono al film di vivere per sempre nella loro (mia!) memoria affettiva. Meravigliosa la scena del ballo, contrariamente ai cliché, riservato a madri e padri e non agli adolescenti, durante cui gli svampiti genitori delle protagoniste sono rispettivamente vestiti da Dracula e da Madonna, nella sua storica mise dal reggiseno appuntito. Altra scena cult, la versione di Bette Midler di “I Put a Spell on you” di Jay Hawkings, meravigliosa, quasi da musical.

In conclusione, il film si regge benevolmente sui tre pilastri attoriali delle tre sorelle Sanderson, senza però sminuire nessun altro, donando una piccola perla nella cinematografia Disney anni Novanta, probabilmente (ahimè) destinata ad un remake prodotto dal neo colosso di Disney Channel. Consiglio a tutti voi lettori, una bella visione di questo piccolo a mio parere capolavoro, e auguro a tutti un fantastico Halloween.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*