Barbareschi-Della Rovere al Goldoni: quando l’amore non supera le barriere

I due attori protagonisti ieri sera di "Skylight - Il cielo sopra il letto"

Un momento dello spettacolo. Foto: Federica Di Benedetto
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Luca Barbareschi e Lucrezia Lante Della Rovere ieri sera, 10 gennaio, hanno portato sul palco del Teatro Goldoni una commedia intensa e divertente.

Skylight – Il cielo sopra il letto” parla di amore, un amore che però non riesce a superare le diversità ideologiche, quelle di lui, Saverio (Barbareschi) che non comprende la vita dimessa della sua ex amante Elisabetta (Della Rovere) che ha scelto di lavorare come insegnante in una scuola alla periferia di Roma dove i ragazzi sono ai margini della società, abbandonando il lavoro presso il ristorante dove era stata assunta da Alice la moglie di Saverio.

skylight il cielo sopra il letto al teatro goldoni con Luca Barbareschi e Lucrezia Lante Della Rovere
Luca Barbareschi e Lucrezia Lante Della Rovere. Foto: Federica Di Benedetto

Vi ricordate “Come eravamo“? Il bellissimo film del 1973 diretto da Sydney Pollack con Barbra Streisand e Robert Redford? Una storia di grande amore ma che cozzava con le idee diversissime dei due? Ecco, la commedia ricorda molto questo film.

David Hare, lo scrittore e sceneggiatore britannico che ha realizzato “Skylight” poi tradotto e adattato dallo stesso Barbareschi che ne ha curato anche la regia, riesce a mischiare in maniera eccezionale temi come il denaro, il mondo dell’imprenditoria, la ricerca del successo con quelli della solidarietà, dell’aiuto verso il prossimo e dell’amore.

Dialoghi intensi, drammatici, reali, intervallati da attimi di pura ironia con le battute di Saverio. Una bella scenografia con un’ottima illuminazione hanno fatto da sfondo ai due bravissimi attori accompagnati da un altrettanto bravissimo Paolo Marconi nel ruolo di Edoardo, il figlio un po’ scapestrato di Saverio.

Uniche due pecche, non imputabili agli attori, l’acustica non proprio perfetta che ha fatto perdere diversi dialoghi e la temperatura dentro il teatro troppo bassa in una serata di pioggia così intensa.

skylight il cielo sopra il letto al teatro goldoni con Luca Barbareschi e Lucrezia Lante Della Rovere
Foto: Fabio Lovino

Si diceva dell’amore, un sentimento sempre decantato come capace di superare tutte le difficoltà, di oltrepassare qualsiasi barriera, eppure, in questo caso, sebbene i due protagonisti si amino non possono stare insieme: il carattere di Saverio è troppo diverso da quello di Elisabetta, lui è pratico, intellettuale, guarda alla sostanza e rovina i sogni di speranza, di un mondo migliore di Elisabetta e così, dopo una notte d’amore quando ormai Saverio ha perso la moglie per un cancro, i due sono costretti a separarsi, stavolta per sempre.

Una curiosità: il titolo “Skylight” fu dato all’opera da Hare perché nella commedia, il protagonista aveva fatto costruire per la moglie malata di cancro una camera da letto con le finestre sul tetto per poter vedere il cielo.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*