Poesie. “Autunno”, versi struggenti di Greta Guidi

La calda stagione si appresta a dormire

Share

di Greta Guidi

Il fresco silenzio dell’autunno porta con sé ricordi lontani,
mentre adesso il vento fa volare via la sabbia dalle mani.

La calda stagione si appresta a dormire,
ed il mare, da mesi in festa, ha smesso di gioire.

Le rondini, nel cupo cielo, non riusciamo più a scorgere,
ma dalle ceneri il nero corvo risorge.

I campi, con i loro frutti rigogliosi, sono appassiti,
e dall’umida nebbia atterriti.

È questa la stagione della morte lenta,
che con il suo mantello ogni creatura spaventa.

Si aggira tra i boschi silente e gelosa,
catturando per sé la vita rigogliosa.

Ma la paura non è eterna,
e dopo un lungo sonno l’esistenza sempre governa.

Torneranno i fiori, il caldo ed i cieli sereni,
che adesso nutrono solo aridi terreni.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*