A Roma una mostra sul 1968 tra foto storiche e cimeli

Al Museo di Roma in Trastevere

mostra 1968
Corteo studentesco
Share

ROMA – In occasione del 50esimo anniversario del 1968 al Museo di Roma in Trastevere (piazza Sant’Egidio 1/b) si svolgerà, fino al 2 settembre,  la mostra fotografica e multimediale “Dreamers. 1968: come eravamo, come saremo”, realizzata da AGI Agenzia Italia con immagini e video legate al 1968.

Un viaggio attraverso 171 immagini di cui 60 inedite, 40 prime pagine di quotidiani  e riviste che raccontano non solo di occupazioni e studenti, ma anche e soprattutto la dolce vita, la vittoria dei campionati europei di calcio e le altre imprese sportive, il cinema, la vita quotidiana, la musica, la tecnologia e la moda.

Una sala è dedicata alle “Le due Italie: dal Belice al Piper”, nella quale saranno contrapposte le immagini della gente comune e delle famiglie, con uno sguardo particolare al violento terremoto che colpì la Valle del Belice nella Sicilia Occidentale e il  racconto dello storico Piper Club di Roma, punto d’incontro di alcune famose celebrità nazionali e internazionali come l’attore Sean Connery, il cantante Adriano Celentano, il regista Federico Fellini, l’attore Alberto Sordi, l’attrice Anna Magnani, il cantante Massimo Ranieri, il regista e attore Vittorio Gassman, il cantante Domenico Modugno e che vide la consacrazione di Patti Pravo.

Un’altra sezione sarà dedicata alla musica italiana e internazionale e alle grandi imprese sportive del ‘68;  al termine del percorso fotografico, all’interno dell’Auditorium del Museo, i visitatori potranno vivere un’esperienza immersiva; sarà infatti riprodotto scenograficamente l’ambiente di un’aula universitaria occupata all’interno della quale il pubblico avrà la possibilità di visionare cinegiornali dell’epoca e documenti originali ceduti da AAMOOD e RAI – RAI TECHE.

La mostra è inoltre arricchita da un vasto repertorio di memorabilia e di materiale d’epoca: un juke boxe, un ciclostile, una macchina da scrivere Valentine, la Coppa originale vinta dalla Nazionale italiana ai Campionati Europei, la maglia della nazionale italiana indossata da Tarcisio Burgnich durante la finale con la Jugoslavia, la fiaccola delle Olimpiadi di Città del Messico.

Parallelamente a essa si terrà un ciclo di incontri dal titolo: “Come eravamo, come saremo: il 68 e il futuro dei giornali”, organizzato con il patrocinio convinto di Agcom (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) che individua il suo centro di gravità nel mondo dell’informazione e del giornalismo, scegliendo come protagonisti direttori e giornalisti di alcune delle più importanti testate nazionali e componenti dell’Autorità per le Comunicazioni. Il 24 Maggio alle ore 16.30 Maurizio Molinari; il 29 maggio, ore 17.00 Marco Damilano e il 31 maggio, ore 17.30 Virman Cusenza. 

Orario: da martedì a domenica ore 10.00 – 20.00. Chiuso lunedì. La biglietteria chiude alle ore 19.00.
Biglietto d’ingresso: tariffe non residenti intero 7.50 euro; ridotto 6.50 euro. Tariffe residenti: intero 6.50 euro, ridotto 5.50 euro.
Informazioni: 060608 (tutti i giorni ore 9.00-19.00).

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*