Pisa. Il corredo funebre dell’imperatore Enrico VII illustrato online

L'evento potrà essere seguito sul sito dell’Opera della Primaziale Pisana

enrico VII
Corona di Enrico VII, 1313, bottega orafa pisana
Share

Pubblicato ore 12:00

PISA – Sarà incentrato sul corredo funebre dell’imperatore Enrico VII (Arrigo) di Lussemburgo il secondo incontro dal titolo Nuovi “Miracoli”, organizzato dall’Opera della Primaziale Pisana e dalla Società Storica Pisana, dedicato alla scoperta del Museo dell’Opera del Duomo di Pisa, e in programma giovedì 28 gennaio alle ore 17.

A condurre la conferenza che si svolgerà online, sul sito dell’Opera della Primaziale Pisana, saranno lo storico dell’arte medievale Marco Collareta che illustrerà le insegne – corona, globo, scettro – prodotte ex novo per le esequie dell’imperatore da una bottega orafa pisana; mentre il drappo, un unicum nel suo genere, verrà presentato da Moira Brunori, che ne ha seguito le vicende dall’estrazione dalla cassa, al restauro e alla musealizzazione.

Doppio l’omaggio all’imperatore: il primo si lega al settimo centenario della morte di Dante che ricorre nel 2021, il poeta fiorentino aveva tessuto le lodi del “mundi rex et Dei minister” (re del mondo e ministro di Dio) nel quale riponeva le sue speranze di pace e lo aveva citato nel Paradiso (30° canto); il secondo al settecentenario della morte di Enrico VII a Buoconvento il 24 agosto 1313 e ricordiamo che Pisa fu tra le principali sostenitrici dell’imperatore per impegno politico, finanziario e militare, luogo in cui Enrico si trattenne più a lungo nel suo itinerario italiano, finendo col tornarvi.

Le insegne del potere imperiale, già citate nei verbali di due precedenti ricognizioni, sono tornate a brillare dopo il restauro curato da Mirco Bassi, delle maestranze dell’Opera della Primaziale; e i “frammenti di tessuto” qui ricordati si sono trasformati nel prezioso drappo di manifattura spagnola, eccezionalmente pervenuto integro nelle sue dimensioni di cm 320 x 120.

Per partecipare alla conferenza basterà entrare nel sito dell’Opera della Primaziale Pisana e registrarsi nella pagina dedicata all’evento presente nella home page.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*