A Firenze 20 concerti dedicati alla liuteria toscana

Un'occasione per sentire suonare strumenti plasmati da maestri artigiani

I concerti della liuteria toscana
L'Orchestra da Camera Fiorentina

FIRENZE – Firenze rende omaggio ai maestri artigiani liutai con 20 serate tra ottobre e dicembre che compongono il cartellone del festival “I concerti della liuteria toscana“. Un’occasione per vedere suonare violini, viole e violoncelli plasmati da maestri artigiani e, in molti casi, restaurati da mani altrettanto sapienti. L’appuntamento è per stasera, 8 ottobre, alle ore 21 nella Sala Mazzoni della Società Dantesca Italiana (via dell’Arte della Lana, 1. Biglietto 10 euro).

Strumenti antichi che portano le firme, tra gli altri, di Lorenzo e Tommaso Carcassi, Giovanni Battista Gabrielli, Gasparo Piattellini e Luigi Cavallini ma anche gioielli più recenti dell’arte liutaria usciti dalle botteghe di Paolo Vettori e Figli, Sorgentone Mecatti, Claudio Arezio, Franco Giraud, Massimo Nesi. Sul palco illustri artisti come il Quartetto Fiesole che suonerà questa sera martedì 8 ottobre con il violista Vladimir Mendelssohn e mercoledì 6 novembre all’Auditorium della Fondazione Cr Firenze con il violoncellista Marco Dalsass; l’Ensemble Etruria Barocca, giovedì 31 ottobre al Museo di Orsanmichele, il Coro e l’Orchestra Desiderio da Settignano diretti da Johanna Knauf, domenica 17 novembre all’Auditorium di S. Stefano al Ponte.

Il programma di stasera prevede il “Quartetto per archi n. 4 in do maggiore, K 157” di Wolfgang Amadeus Mozart, il “Quartetto per archi n. 12 in do minore, D. 703 – Quartettsatz” di Franz Schubert, il “Quintetto per archi n. 2, op. 87” di Felix Mendelssohn. Si tratta di strumenti di grande raffinatezza e pregio, tutti presenti in svariate pubblicazioni e appartenenti alla produzione matura.

Suoneranno: Alina Company, Simone Ferrari ai violini, Flaminia Zanelli, Vladimir Mendelssohn alle viole, Sandra Bacci al violoncello.

Il violino di Alina Company, del 1971, è stato 45 anni in collezione e conserva i tratti originali dell’autore, infatti non sono stati sostituiti neanche anima e ponticello. Altro esempio luminoso della liuteria del maestro è il violino di Simone Ferrari, del 1953. La viola suonata da Flaminia Zanelli, del 1950, e il violoncello dell’anno 1962 suonato da Sandra Bacci, costituiscono riferimenti rappresentativi dello stile dell’autore. Entrambi in gentile concessione da parte di una collezione privata fiorentina.

Il festival è organizzato da Orchestra da Camera Fiorentina in collaborazione con Ministero per i beni e le attività culturali e del turismo e Fondazione CR Firenze.

Info concerti: 3391632869 – 3346006361.

Il programma dei concerti di ottobre

(per gli altri vedi sito dell’Orchestra da Camera Fiorentina)

Martedì 15 ottobre 2019 – ore 21 – ingresso 10 euro
Sala del Buonumore – Conservatorio Luigi Cherubini – piazza delle Belle Arti, 2 – Firenze
Strumenti: Quartetto della Bottega Paolo Vettori e Figli
Quartetto dell’Orchestra Toscana: violini Daria Nechaeva, Neri Nencini, viola Marco Gallina, violoncello Leonardo Ascione.
Esecuzioni: G. Puccini – Crisantemi, F. Mendelssohn – Quartetto per archi n. 2 in la minore, op. 13, J. Haydn – Quartetto per archi n. 76 in re minore, op. 76 n. 2.

Giovedì 17 ottobre 2019 – ore 21 – ingresso 10 euro
Sala del Buonumore – Conservatorio Luigi Cherubini – piazza delle Belle Arti, 2 – Firenze
Strumenti: Quartetto di Carlo Vettori, copia del Quartetto di Andrea Amati realizzato per Carlo IX di Francia
Quartetto Amitié: violini Marco Lorenzini, Claudio Freducci, viola Sabrina Giuliani, violoncello Sandra Bacci.
Esecuzioni: F. Consolo – Quartetto N° 2 in la minore (1890 – dall’Archivio della Biblioteca del Conservatorio L. Cherubini di Firenze), W.A. Mozart – Quartetto n. 19 in do maggiore, K. 465 (Le dissonanze).

Domenica 20 ottobre 2019 – ore 21 – ingresso 10 euro
Auditorium di S. Stefano al Ponte – piazza S. Stefano, 3 – Firenze
Strumenti: violini di Ettore e Luigi Cavallini, viola Dario Vettori, violoncello di Claudio Arezio
Quartetto Cherubini: violini Daria Nechaeva, Neri Nencini, viola Marco Gallina, violoncello: Leonardo Ascione
Esecuzioni: L.V. Beethoven – Quartetto per archi n. 4 in do minore, op. 18 n. 4, D. Shostakovich – Quartetto per archi n. 8 in do minore, op. 110.

Giovedì 24 ottobre 2019 – ore 21 – ingresso 10 euro
Museo di Orsanmichele – via dell’Arte della Lana – Firenze
Strumenti: Viole di Gasparo Piattellini e Marino Capicchioni, violino di Massimo Nesi e della Bottega Carcassi
Orchestra da Camera Fiorentina
I Brandeburghesi di Bach
J.S. Bach – Concerto per Brandeburghese N° 6 Per 2 Viole archi e cembalo, viole Leonardo Bartali e Flaminia Zanelli, A. Marcello – Concerto per oboe e orchestra – solista Davide Guerrieri, J.S. Bach – Concerto Brandeburghese N. 5 per violino, flauto e cembalo, violino Marco Lorenzini, flauto Angela Camerini, clavicembalo Mara Fanelli, J.S. Bach – Concerto in re minore per violino oboe e orchestra, violino Marco Lorenzini, oboe David Guerrieri, J.S. Bach – Concerto Brandeburghese N. 3 per archi.

Domenica 27 e lunedì 28 ottobre 2019 – ore 21 – ingresso 10 euro
Auditorium di S. Stefano al Ponte – piazza S. Stefano, 3 – Firenze
Strumenti: Liuteria fiorentina e toscana del 1900
Orchestra da Camera Fiorentina
Direttore Giuseppe Lanzetta. Pianoforte Bruno Canino.
Esecuzioni: W.A. Mozart – Concerto per pianoforte n. 20 in re minore, K 466, L.V. Beethoven – Sinfonia n. 8 in fa maggiore, op. 93

Giovedì 31 ottobre 2019 – ore 21 – ingresso 10 euro
Museo di Orsanmichele – via dell’Arte della Lana – Firenze
Ensemble Etruria Barocca
Direzione Dimitri Betti
Stupor Mundi
A. Corelli – 12 concerti grossi op.6

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*