Lettere a Babbo Natale e altre curiosità per le feste

E qual è stata la prima canzone cantata nello spazio?

Share

Pubblicato ore 07:00

  • di Diletta Fallani

Lettere a Babbo Natale

L’abitudine di scrivere una lettera a Babbo Natale è una tradizione natalizia che risale a molto tempo fa. Le lettere contengono di solito una lista dei giocattoli desiderati e la dichiarazione di essere stati buoni. In molti paesi, le poste accettano le lettere che i bambini scrivono a Babbo Natale; in alcuni casi le risposte vengono fornite dagli stessi impiegati postali o da volontari. In Canada, ad esempio, è stato predisposto un apposito codice postale per le lettere indirizzate a Babbo Natale: OH OH OH (in riferimento all’espressione “oh oh oh!” di Babbo Natale) e dal 1982 sono oltre 13.000 gli impiegati delle poste canadesi che si sono offerti volontari per rispondere alle lettere. In altri casi sono associazioni caritatevoli dedicate all’infanzia a rispondere alle missive che vengono dalle zone più povere o dagli ospedali pediatrici, per dare ai bambini dei doni che altrimenti non potrebbero ricevere.

Jingle Bells

Sapete quale è stata la prima canzone cantata nello spazio? Proprio Jingle Bells, la canzone più conosciuta al mondo o almeno così viene detto. Il curioso avvenimento risale al 16 dicembre del 1965 quando due astronauti, Schirra Jr. e Thomas P. Stafford, a bordo della loro navicella Gemini 6 attraccarono sullo spazio. Subito dopo aver fatto uno scherzo al centro di controllo facendo credere a tutti tutti gli operatori di aver avvistato un ufo, si misero a cantare Jingle Bells accompagnandosi con strumenti di fortuna trovati sulla navicella. Essendo dicembre, pensarono che fosse la canzone più azzeccata per festeggiare la grande occasione.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*