Esce in Italia “Greenlights” il libro di Matthew McConaughey

Un manuale su come imparare a gestire le delusioni

L'attore, premio Oscar, Matthew McConaughey
Share

Pubblicato ore 12:00

Un album, una testimonianza, una storia della mia vita finora, questo è il libro scritto dall’attore, premio Oscar, Matthew McConaughey. “Qui sono racchiusi cinquant’anni di cose che ho sperimentato, sognato, inseguito, dato e ricevuto; alcune valide, altre vergognose. Le volte in cui l’ho fatta franca, quelle in cui mi hanno beccato, e quelle in cui mi sono bagnato ballando sotto la pioggia”.

La copertina

L’attore americano, che nel 2013 vinse l’Oscar per la sua interpretazione di un cowboy affetto da AIDS nel film biografico “Dallas Buyers Club”, esce con la sua opera letteraria dal titolo “Greenlights. L’arte di correre in discesa” per Baldini+Castoldi.

“Sono in questa vita da cinquant’anni – racconta nel libro – ne scruto l’enigma da quarantadue, e da trentacinque tengo un diario pieno di idee su come risolverlo. Appunti su successi e fallimenti, gioie e dolori, cose che mi hanno stupito o che mi hanno fatto ridere di cuore. Appunti su come essere sereno. Come stressarmi di meno. Come godermela. Come fare meno male agli altri. Come fare meno male a me stesso. Come diventare un brav’uomo. Come dare un significato alla mia vita. Come essere più io. Solo di recente ho trovato il coraggio di riprendere in mano i miei diari: vi ho trovato storie del mio passato, lezioni apprese e dimenticate, poesie, preghiere, rimedi, convinzioni, alcune fotografie molto belle e un mucchio di adesivi da paraurti (nel libro vi spiego cosa intendo). Ho trovato anche un filo conduttore, un approccio alla vita che mi ha dato soddisfazione allora e che funziona anche oggi: se sai come, e quando, affrontare le sfide, puoi sperimentare quello stato glorioso che io chiamo “greenlight”, semaforo verde. Così ho preso un biglietto di sola andata per il deserto, ed è nato questo libro. Spero che sia come una medicina con un buon sapore, come un paio di aspirine invece del pronto soccorso, come un’astronave verso Marte senza bisogno di avere la patente e come le risate tra le lacrime”.

Una lettera d’amore. Alla vita” così l’attore definisce il suo romanzo, ma “È anche un manuale per trovare più “greenlight” e su come imparare a gestire le delusioni. Buona fortuna”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*