Coronavirus. Nuovo decreto, multe fino a 3mila euro per chi viola le restrizioni

Conte chiarisce anche sulla data del 31 luglio

Il presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte
Share

Pubblicato ore 07:00

Una multa che va da 400 euro a 3mila euro per chi viola le restrizioni legate all’emergenza Coronavirus, lo ha annunciato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante la conferenza stampa di oggi per fare il punto dopo il Consiglio dei Ministri che si è svolto questo pomeriggio. Non si parla di fermo del veicolo. Un bel giro di vite dunque, con questo nuovo decreto che prevede un aumento importante delle sanzioni che prima si fermavano a 206 euro.

Nel caso di mancato rispetto delle misure previste per pubblici esercizi o attività produttive o commerciali, “si applica altresì la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni – si legge nel decreto – In caso di reiterata violazione della medesima disposizione la sanzione amministrativa è raddoppiata e quella accessoria è applicata nella misura massima”.

Infine, la violazione intenzionale del divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione o dimora per le persone sottoposte a quarantena perché risultate positive al virus è punita con la pena di cui all’articolo 452, primo comma, n. 2, del codice penale (reclusione da uno a cinque anni).

Conte precisa anche un’altra questione relativa alla data del 31 luglio 2020 che gira ieri. “Niente di vero, non si parla di prolungamento fino al 31 luglio delle misure restrittive, con il primo provvedimento a fine gennaio abbiamo deliberato lo stato di emegenza nazionale per uno spazio di sei mesi, ma si tratta di una data astratta e non significa che le misure restittive in vigore adesso saranno prolungate fino al 31 luglio. Noi siamo pronti in qualsiasi momento e speriamo prestissimo di allentare la morsa, anzi siamo fiducionsi che prima di quella scadenza si possa tornare alle nostre abitudini anzi a un migliore stile di vita, sono convinto che questa prova che stiamo affrontando, ci renderà migliori”.

Conte ha anche assicurato che sarà garantito il rifornimento del carburante.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*