Carrara. Nasce il museo dedicato a Michelangelo Buonarroti

L'inaugurazione il 2 giugno al Parco della Padula

michelangelo buonarroti
Sala con il David e fac-simili dei disegni michelangioleschi di Casa Buonarroti. Foto: Michele Ambrogi

CARRARA – Nasce un nuovo complesso museale dedicato alla figura di Michelangelo Buonarroti, l’inaugurazione è prevista per il 2 giugno alle ore 18 e si chiamerà CARMI (Museo Carrara e Michelangelo) con sede a Villa Fabbricotti (via Sorgnano, 42), l’ottocentesco edificio situato nel Parco della Padula a Carrara.

Articolato su tre livelli, il Museo ospiterà al piano nobile la mostra permanente incentrata sulla figura di Michelangelo. Per la prima volta viene interamente dedicata una sede espositiva al rapporto dell’artista con il territorio, la città di Carrara e il marmo.

Nel dettaglio il percorso espositivo proporrà sei sale tematiche che vedranno: riproduzioni del Mosè in scala 1:1, ologrammi come quello del David che prende vita in una stanza, video, fotografie, stampe, fac-simili e documenti storici, che intendono porre in evidenza il profondo legame di Michelangelo con la città e il marmo, suo materiale d’elezione, legame nato con il primo viaggio a Carrara compiuto a ventidue anni nell’autunno del 1497.

Verranno proiettati i video sulle Pietà con celebri contributi di Giacomo Manzù, Carlo Ludovico Ragghianti, Luigi Moretti e Michelangelo Antonioni; e poi saranno presenti le due gigantografie della Pietà Vaticana e della Pietà di Jean Fabre (2011) che accoglieranno il visitatore nel pianerottolo intermedio, ai lati dello scalone.

Mostre temporanee

Non solo Michelangelo, il piano terra rialzato ospita una sezione di approfondimento sulla storia della Villa e della famiglia Fabbricotti, a cura di Cristiana Barandoni, e due esposizioni intitolate: “I gessi dello studio Lazzerini. La storia di una collezione nella gipsoteca della scuola del marmo”, a cura di Luisa Passeggia, e “Carrara 1800-1850. Maestri Studenti in viaggio verso Roma. I tesori della Gipsoteca della Accademia di belle Arti di Carrara”, a cura dei professori dell’Accademia stessa Carlo Sassetti, Giuseppe Cannilla e Marco Ciampolini.

Produzioni cinematografiche

Completa il percorso espositivo il piano seminterrato dove sono ospitate due sale dedicate alle produzioni cinematografiche che nel 2017 hanno celebrato il legame tra Michelangelo e la città di Carrara: Il Peccato di Andrei Konchalovsky di cui Jean Vigo ha reso possibile l’esposizione di alcuni dei costumi di scena, degli attrezzi da lavoro di Michelangelo ricreati per il film e di 18 foto del celebre maestro della fotografia Sasha Gusov. E Michelangelo – Infinito di E. Imbucci con E. Lo Verso e I. Marescotti, una produzione originale Sky con Magnitudo Film.

Infine il parco della Padula opspita i lavori di artisti di fama internazionale: Merz, Mainolfi, Parmiggiani e Morris, in un connubio tra ambiente e territorio.

Info: infocultura@comune.carrara.ms.it o 0585641487-0585641297.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*