Cannes 2019, i film partecipanti. Ad aprire il Festival saranno gli zombi

Per l'Italia "Il traditore" di Marco Bellocchio con Pierfrancesco Favino

a Villa Maria torna l'appuntamento con la rassegna Una giornata particolare con incontri dedicati al cinema, al teatro, alla musica
  • di Valeria Cappelletti

Un solo film italiano concorrerà quest’anno per aggiudicarsi la Palma d’Oro al Festival di Cannes, si tratta di “Il traditore” di Marco Bellocchio che vede tra i protagonisti Perfrancesco Favino nei panni di Tommaso Buscetta. Il film che arriverà nelle sale italiane il 23 maggio è tratto da una storia vera e racconta le vicende di uno dei più famosi pentiti della storia della mafia italiana, Tommaso Buscetta che ebbe un ruolo molto importante nelle vicede legate al giudice Giovanni Falcone.

I più attesi

Giunto alla 72esima edizione, il Festival si svolgerà nella cittadina francese dal 14 al 25 maggio, tra i film più attesi c’è senz’altro “C’era una volta a Hollywood” di Quentin Tarantino con Brad Pitt e Leonardo Di Caprio. La pellicola, ambientata alla fine degli anni ’60, racconta la storia di un attore televisivo e della sua controfigura che cercano di entrare nel mondo della cinematografica hollywoodiana, sullo sfondo le terribili vicende dei delitti di Charles Manson e della sua setta. Uscita del film, settembre 2019. Altra pellicola molto attesa, quella diretta da Pedro Almodovar “Dolor Y Gloria” con Antonio Banderas e Penelope Cruz: il racconto di un regista sul viale del tramonto che ripercorre la sua esistenza. Almodovar torna al cinema dopo tre anni dall’ultima produzione.

…arrivano gli zombi

Segnaliamo tra gli altri film “The Dead don’t die” sul tema zombi, genere horror-commedia, del regista Jim Jarmusch con Bill Murray, Tilda Swinton, Adam Driver, Steve Buscemi e Selena Gomez, che aprirà il Festival. Il film uscita nelle sale americane a giugno. L’altro è “Rocketman” di Dexter Fletcher che racconta la storia del cantante inglese Elton John, in uscita il 31 maggio. Il film è stato prodotto dallo stesso John.

Omaggio a Delon

Da sottolienare poi che il Festival premierà l’attore Alain Delon con la Palma d’oro alla carriera e che verrò proeittata la versione restaurata di “Shining” presentata da Alfonso Cuarón regista di “Roma”.

Film in Concorso

The Dead Don’t Die, regia di Jim Jarmusch – film d’apertura
Dolor y gloria di Pedro Almodóvar
Il traditore di Marco Bellocchio
Sorry We Missed You di Ken Loach
A Hidden Life di Terrence Malick
Portrait de la jeune fille en feu di Céline Sciamma
Parasite di Bong Joon-ho
The Wild Goose Lake di Diao Yinan
Young Ahmed di Jean-Pierre e Luc Dardenne
Matthias and Maxime di Xavier Dolan
Oh Mercy di Arnaud Desplechin
Little Joe di Jessica Hausner
Atlantique di Mati Diop
Sibyl di Justine Triet
It Must Be Heaven di Elia Suleiman
Frankie di Ira Sachs
Bacurau di Kleber Mendonça Filho e Juliano Dornelles
The Whistlers di Corneliu Porumboiu
Les Misérables di Ladj Ly

Film fuori concorso

Rocketman, di Dexter Fletcher
Too Old to Die Young, di Nicolas Winding Refn – serie TV Amazon
Les plus belles années d’une vie di Claude Lelouch
Diego Maradona di Asif Kapadia
La belle époque di Nicolas Bedos

Sezione “Un certain regard”

Vida Invisivel di Karim Ainouz
Dylda di Kantemir Balagov
The Swallows of Kaboul di Zabou Breitman & Eléa Gobé Mévellec
A Brother’s love di Monia Chokri
The Climb di Michael Covino
Jeanne di Bruno Dumont
Adam di Maryam Touzani
Libertè di Albert Serra
Chambre 212 di Christope Honoré
Papicha di Mounia Meddour
Port Authority di Danielle Lessovitz
Liu Yu Tian di Zu Feng
The Swallows of Kabul di Zabou Breitman & Eléa Gobé Mévellec
A Sun That Never Sets di Olivier Laxe
Zhuo Ren Mi Mi di Midi Z

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*