Sub e robot liberano le Secche della Meloria dalla plastica

Evento organizzato dall'Ente Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli

grande pulizia alle secche della meloria per liberare l'area dalla plastica

LIVORNO – Pulire i mari dalla plastica è un impegno fondamentale e domani, 8 giugno, è in programma un’iniziativa per liberare dalla plastica i fondali delle Secche della Meloria. L’iniziativa è organizzata dall’Ente Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli insieme alla capitaneria di porto di Livorno, con il patrocinio del Comune e con il supporto operativo della cooperativa Aplysia di Livorno.

Sarà in azione anche “Silver2” il robot ispirato al granchio per pulire i mari dalla plastica sviluppato dall’Istituto di BioRobotica della Scuola Sant’Anna di Pisa nell’ambito del progetto Blue Resolution. E poi ci saranno gli alunni della scuola primaria Campana a bordo di una delle imbarcazioni messe a disposizione dalla Lega Navale Italiana, sezione Livorno e che assisteranno al lavoro di pulizia.

Domani saranno impegnati gruppi di subacquei esperti che esploreranno i fondali per individuare e raccogliere i rifiuti insieme alle squadre di volontari che lavoreranno in appoggio sulle barche e a terra. Interverranno anche i nuclei subacqueo delle capitanerie di porto, dei sommozzatori dei vigili del fuoco di Livorno e il Centro di Biologia Marina di Livorno, il Porto di Pisa primo porto plastic-free d’Italia, i centri diving Accademia Blu di Livorno e Bolle di Azoto di Chioma, Assonautica – Mare Vivo e numerosi circoli nautici livornesi.

Dalle 11 alle 19 lo Scoglio della Regina sarà aperto per permettere ai visitatori di prendere parte a esposizioni, dimostrazioni, laboratori e dibattiti. Saranno in mostra le attrezzature all’avanguardia utilizzate per il monitoraggio del mare, robot ispirati agli animali marini, il veicolo di ricerca oceanografica WaveGlider del Consorzio Lamma, attrezzi da pesca ecocompatibili e altro ancora. Alle 17.30 il convegno sull’area marina protetta, dove saranno divulgati i risultati dell’iniziativa appena svoltasi.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*