Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, le iniziative a Livorno

Cepparello: "Una grande responsabilità verso le nuove generazioni"

Settiamana Europea per la riduzione dei rifiuti
Foto di RitaE da Pixabay
  • di Virginia Ferroni

LIVORNO – Nei secoli passati la modesta produzione di rifiuti per abitante e la distribuzione omogenea della popolazione sul territorio permettevano una produzione diffusa e contenuta. Oggi l’aumento esasperante di industrie, consumi e il concentrarsi della popolazione nelle città ha favorito la nascita del “culto dell’usa e getta”. Tutto ciò crea numerose conseguenze nocive per il nostro ambiente e per la vita di ogni essere vivente. Uno tra questi è l’impatto dei cambiamenti climatici sulla terra ed il forte inquinamento. Fortunatamente però questi cambiamenti stanno sollecitando iniziative in tutta Europa: città e regioni si stanno già adattando, grazie all’adozione di soluzioni più sostenibili e basate sulla natura.

Anche Livorno partecipa alla Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti (16-24 novembre 2019): evento composto da una fitto numero di appuntamenti che verranno realizzati in collaborazione con l’amministrazione comunale di Livorno, AAMPS e numerosi enti ,associazioni e comitati a loro volta sostenuti da molti cittadini volontari.

L’assessore all’ambiente Giovanna Cepparello, tra le responsabili e organizzatrici dell’evento pone l’accento su un tema fondamentale: “I rifiuti – afferma – sono una nostra grande responsabilità, una responsabilità che abbiamo verso le generazioni presenti e future per evitare ulteriori effetti drammatici per i cambiamenti climatici. Addolora sapere che la ricerca scientifica aveva già previsto tutto ciò e che aveva dato l’allarme ben 20 anni fa e che tutto il mondo non ha ascoltato”.

Uno dei protagonisti dello smaltimento rifiuti è proprio la plastica, consumata e prodotta in maniera spropositata e tra le fonti di inquinamento più nocive in assoluto.

L’assessore continua lanciando un altro messaggio molto significativo: “Il cittadino deve impegnarsi a produrre meno rifiuti, anche se non è facile. Ogni minuto nel mondo vengono vendute più di un milione di bottiglie d’acqua in plastica e ciò è sbagliato. Possiamo farne a meno, ricorrendo a metodi più efficaci e più green come l’utilizzo di borracce, usufruire delle fonti d’acqua presenti in città o ai depuratori installabili nelle nostre case”.

L’AAMPS inoltre ricorda come i cittadini abbiano fatto passi da gigante nei confronti del rapporto con i rifiuti. Inizialmente erano turbati, non riconoscevano lo smaltimento rifiuti e la raccolta differenziata come azione indispensabile per il bene mondiale. Al contrario facevano fatica ad integrarsi con questo ideale, non sentendosi nemmeno in grado di poterlo portare a termine in modo costante nel tempo. Oggi invece, le cose sono cambiate, il cittadino è il primo che si impegna in questo e ciò fa la differenza.

Da gennaio ad oggi, secondo la stima di AAMPS, i cittadini livornesi hanno conferito alla “Raccolta Oli vegetali Esausti” 3,460 kg e hanno raccolto 99,74 tonnellate di tessuti. Risultato che da speranza ad un mondo migliore.

Il programma

Sabato 16 novembre 9,00 – 12.30 “Ridurre si può”: apertura della Settimana Europea della Riduzione Rifiuti.  Comune e AAMPS incontreranno i cittadini presso il Mercato delle Vettovaglie. Sarà allestito un InfoPoint nel quale saranno distribuite guide alla riduzione dei rifiuti.

Dal 16 al 20 novembre “Scambiamoci i giochi ed i libri per bambini“: presso il Centro Sociale S. Faniglione in collaborazione con la scuola d’Infanzia “Il cavalluccio marino” si terrà una raccolta di giocattoli inutilizzati e libri per l’infanzia che darà vita allo Swap, il 23 novembre al Villaggio delle Buone prassi in piazza Cavour.

Dal 16 al 24 novembre: pubblicazione sulla pagina Facebook e sul sito web del Comune delle “Buone prassi per la riduzione dei rifiuti”.

18 novembre ore 9 “Gli effetti dell’abbandono della plastica in mare” presso l’Aula Magna dell’Istituto Nautico Cappellini. Saranno presenti Adriano Madonna, biologo marino, giornalista e insegnante, i rappresentanti dell’ Accademia Navale, il presidente UNICEF Ettore Gagliardi e il presidente Lega Navale Livorno.
L’appuntamento verrà replicato il pomeriggio allo scoglio della Regina alle ore 15.00.

19 novembre – ore 16.00/18.00 : “Laboratori creativo con la carta” per bambini e adulti organizzato dal Comune, AAMPS e il centro socio-culturale Faniglione.

20 novembre – ore 9.00/12.00: “Il viaggio dell’olio: dal campo alla tavola fino alla stazione ecologica“. Slow Food parlerà dei vari tipi di olio alimentare, la loro provenienza e usi in cucina fino ad arrivare al loro smaltimento presso la scuola G.Micali (Via degli archi 66).

20 novembre ore 15.00: iniziativa di pulizia della Villa Fabbricotti.

21 novembre ore 14.15/16.00 “Valorizziamo i parchi e non abbandoniamo la plastica“. Comune, AAMPS, le  associazioni Acchiappa Rifiuti, Reset e Anpana insieme alla scuola primaria Lambruschini organizzeranno un’azione di recupero della plastica dei parchi.

21 novembre ore 15.15/16.00 : “Cena rifiuti zero“. Saranno presenti La Coccinella Natural Food e Paolo Migone.
Premiazione con la presenza di Autorità, Comune, Coordinamento Rifiuti Zero, Legambiente e Associazioni
ambientaliste degli Eroi No Plastica di Quartiere.

22 novembre ore 11.00: “Educare alla riduzione dei rifiuti“. Comune e Legambiente presentano ai media il piano d’azione per la riduzione dei rifiuti domestici.

22 novembre ore 18.00 “La compostiera di quartiere”. Comune e Quartieri Uniti Ecosolidali organizzano un incontro al Cisternino di città sui vantaggi della compostiera di quartiere.

23 novembre ore 9.00-13.00 “Conosci, cambia, previeni. Il villaggio delle azioni virtuose per la riduzione dei rifiuti“.

La Settimana Europea dei Rifiuti a Livorno è un evento pubblico organizzato dal Comune e in collaborazione con AAMPS e Anpana (Associazione Nazionale protezione animali e ambiente), Club Alpino Italiano, ASD SPAZIO SUB Livorno, Acchiappa Rifiuti, Croce Rossa Italiana, Lega Navale Italiana, SVS, Legambiente Livorno, Unicef, Quartieri Uniti, Reset Livorno, Zero Waste Italy, Slow Food Livorno e Associazione WWF Livorno.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*