Segnala la plastica in mare con l’iniziativa di Greenpeace

Chi farà più segnalazioni riceverà un premio

plastica mare
Share

Greenpeace lancia la campagnia Plastic Radar che dà la possibiltà a tutti i cittadini di segnalare la presenza su spiagge e fondali marini di rifiuti in plastica.

I cittadini dovranno scattare la foto del rifiuto e inviarla tramite Whatsapp al numero 3423711267 comprensiva della posizione in cui si trova il rifiuto, l’immagine dovrà evidenziare il tipo di imballaggio/contenitore (bottiglia, bicchiere, flacone, vaschetta), il marchio e, se possibile, una seconda foto dove risulti evidente il tipo di plastica rappresentato da uno dei seguenti simboli: 01 PET, 02 PE-HD, 03 PVC, 04 PE-LD, 05 PP, 06 PS, 07 O.

A progetto concluso, tutti i partecipanti che invieranno almeno 25 segnalazioni riceveranno un regalo di ringraziamento (una borraccia plastic free), solo allora gli utenti saranno contattati via telefono o sms da Greenpeace che chiederà di comunicare il Nome e Cognome da scrivere nella pagina dei ringraziamenti del report, chi volesse restare anonimo può comunicarlo al momento della telefonata.

Ogni segnalazione verrà analizzata e una volta validata aiuterà Greenpeace a capire la tipologia di plastica che inquina i mari e i marchi responsabili. La Onlus precisa che i dati dei cittadini non verranno in alcun modo divulgati e al numero di telefono verrà dato un codice utente oscurando 7 dei 10 numeri effettivi che lo compongono al fine di creare la Top Ten degli utenti più attivi.

Per ogni foto sarà necessario indicare la posizione su dispositivo Android cliccare sulla sezione ALLEGA, andare nella sezione POSIZIONE e seleziona INVIA LA TUA POSIZIONE. Per iOS cliccare sul segno +, andare nella sezione POSIZIONE e seleziona INVIA LA TUA POSIZIONE. Una volta fatta la segnalazione Greenpeace invita a raccogliere e gettare il rifiuto negli appositi cestini.

Ma che tipo di rifiuti possono essere segnalati? Tutti quelli in plastica che si trovano sulla spiaggia (compresi i cumuli), in mare o sul fondale marino. Possono essere segnalati sia i rifiuti di plastica interi che frammenti di plastica di varie dimensioni.

Per maggiori informazioni e per consultare la Top Ten degli utenti più attivi clicca qui.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

1 Comment

  1. care amiche di Livornosera pubblicate le recenti notizia su mare-plastica; infatti c’è un progetto Regione-pescatori, ci sono articoli sulla scienziata Sylvia Earl e ricerche del laboratorio Scoglio della regina su robot che trovana la plastica in mare.

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*