Toscana. Influenza, parte la campagna di vaccinazione

Quasi 800mila le dosi a disposizione

Da lunedì 29 ottobre parte in Toscana la vaccinazione antinfluenzale
Share

TOSCANA – Da oggi, lunedì 29 ottobre, parte la campagna di vaccinazione antinfluenzale della Regione Toscana, che come ogni anno ha l’obiettivo di vaccinare gratuitamente il maggior numero possibile di ultrasessantacinquenni, di persone appartenenti alle categorie a rischio e di operatori della sanità.

Quest’anno la vaccinazione viene offerta gratuitamente anche a tutti i donatori di sangue. La Toscana lo ha già fatto anche nel 2017, ma quest’anno il vaccino gratuito per i donatori è previsto dalla Circolare ministeriale “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2018-2019”.

Le dosi acquistate dalla Regione per la stagione 2018-2019 sono oltre 777.340, per una spesa complessiva di 4.379.000 euro.

Chi deve vaccinarsi

Principali destinatari dell’offerta attiva e gratuita della vaccinazione antinfluenzale sono le persone di età pari o superiore a 65 anni, persone con patologie che aumentano il rischio di complicanze in caso di influenza e operatori sanitari.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità recentemente ha inoltre evidenziato l’importanza della vaccinazione antinfluenzale nelle donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, ritenendole il più importante dei gruppi a rischio per se stesse e per il feto. Ci si può vaccinare dal proprio medico curante o negli ambulatori delle Asl.

Altre vaccinazioni raccomandate

A partire dal 2017, il Piano nazionale di prevenzione vaccinale ha introdotto anche la vaccinazione anti-Herpes Zoster (contro il Fuoco di Sant’Antonio), che quest’anno sarà offerta gratuitamente a chi ha compiuto i 65 anni cioè i nati nel 1953. I nati nel 1952 mantengono comunque il diritto alla gratuità.

Già da alcuni anni, la Regione Toscana ha introdotto l’offerta gratuita della vaccinazione anti-pneumococcica ai soggetti a rischio e ai sessantacinquenni. Coloro che sono nati nel 1950, nel 1951 e nel 1952 hanno il diritto alla gratuità e quest’anno, è offerta gratuitamente anche ai nati nel 1953.

La vaccinazione anti-pneumococcica può essere somministrata in qualsiasi stagione dell’anno, tuttavia, la campagna vaccinale antinfluenzale rappresenta una opportuna occasione per offrire, nella stessa seduta, ambedue le vaccinazioni. A differenza dell’influenza, la vaccinazione antipneumococcica non dovrà essere ripetuta ogni anno.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*