Fondazione Livorno dona quattro apparecchi per pazienti affetti da Covid

Per rendere asettici gli ambienti destinati ai degenti

fondazione livorno apparecchi per filtrare l'aria
Uno degli apparecchi donati
Share

Pubblicato ore 07:00

LIVORNO – La Fondazione Livorno si impegna per contrastare l’emergenza Covid con un aiuto importante all’Usl Toscana Nord Ovest: sono stati donati quattro apparecchi per filtrare l’aria e regolare la pressione degli ambienti sanitari agli ospedali di Piombino e di Cecina.

L’acquisto è stato deliberato dal Consiglio di Amministrazione di Fondazione Livorno che ha finanziato una spesa totale di oltre 54mila euro del fondo interventi straordinari.

Con questo ultimo intervento sarà possibile rendere asettici gli ambienti destinati ai degenti. Questi apparecchi, già in uso in altre strutture dell’Usl Toscana nord-ovest, permettono infatti, in questo periodo di emergenza, di creare aree idonee ad ospitare pazienti affetti da Covid-19. Garantendo la purificazione dell’aria e creando, se necessario, una depressione nei locali, impediscono la diffusione del virus negli ambienti circostanti. Tali dispositivi, prodotti in Finlandia, saranno consegnati in tempi brevi, una o due settimane, sono semplici da installare e da trasportare, e quindi possono anche essere trasferiti in altre strutture della Usl secondo le necessità.

Nel marzo scorso l’Ente ha sostenuto l’Usl con un plafond per l’acquisto di dispositivi sanitari destinati ai presidi ospedalieri e in particolare agli Spedali Riuniti di Livorno destinatari di 33 kit di caschi per la ventilazione e un ecografo portatile carrellato per il reparto di rianimazione. Nello stesso mese la Fondazione ha rafforzato il suo intervento a favore delle attività sociali e del volontariato del territorio della provincia di Livorno mobilitato per contrastare la diffusione del virus. A questo scopo ha istituito un fondo di 100mila euro per fronteggiare i servizi di emergenza sanitaria, gli interventi sociali a supporto delle domiciliarità forzate di persone fragili, la consegna a domicilio di pasti e di medicinali, il supporto psicologico ecc.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*