Croce Rossa Livorno: inaugurato un nuovo mezzo di soccorso

Il presidente: "Cresciuta la fiducia nel volontariato in Quarantena"

croce rossa
La foto di gruppo con la nuova ambulanza. Foto: Diletta Fallani
Share

Pubblicato ore 13:12

  • di Diletta Fallani

LIVORNO – Questa mattina, 25 luglio, si è tenuta l’inaugurazione di un nuovo mezzo di soccorso per la Croce Rossa livornese. Molti i volontari in sala pieni di orgoglio e tanti i cittadini che attraverso le loro donazioni hanno permesso che questa inaugurazione potesse accadere.

croce rossa ambulanza
L’ambulanza. Foto: D. Fallani

“La fiducia verso il mondo del volontariato è cresciuta ulteriormente durante il periodo della Quarantena – spiega il neo presidente della Croce Rossa livornese Giacomo Artaldi – la nostra presenza, come quella di molti altri colleghi del terzo settore ha dato maggior sicurezza alle persone cercando di non far sentire nessuno solo”. Tanti sono stati però anche i giovani che hanno deciso di avvicinarsi a questa realtà e di vivere l’esperienza del volontariato in prima persona, infatti, a breve verranno inseriti nell’organico ben 50 nuovi volontari e altrettanti subentreranno nel mese di settembre. “Siamo una realtà storica di Livorno, una tra le più vecchie – conclude il presidente – che con spirito di sacrificio e cuore si è sempre messa a disposizione e che sempre lo farà dialogando con tutti”.

Tra i vari interventi, quello dell’assessore alle politiche sociali Andrea Raspanti che, oltre a ringraziare la Croce Rossa livornese per il suo operato sul territorio, ha anche annunciato che a breve farà un tavolo di lavoro con tutto il terzo settore del volontariato per confrontarsi e condividere con loro varie idee future, aprendo così, ad una collaborazione non più estemporanea, in casi di emergenza come quello che ci sta vedendo coinvolti al momento, ma coordinata, condivisa e supportata, creando insieme a tutte le associazioni del volontariato una visione
ad ampio respiro.

croce rossa
Foto: D. Fallani

“Lavorare insieme su ciò che possiamo migliorare, facendo un progetto condiviso e partecipato che vada oltre i soliti schemi e che punti a fare la differenza attraverso nuovi spazi che verranno aperti dall’amministrazione comunale – dice Raspanti – Nessuno deve essere lasciato indietro, come territorio abbiamo dei numeri significativi per quanto riguarda i senza dimora e, in merito, esistono varie importanti collaborazioni che hanno effettuato ogni anno un ottimo lavoro, ma le segnalazioni stanno aumentando perché il virus che ci ha colpiti ha reso ancora più difficile poter aiutare queste persone. Lo dico perché voglio che tutti insieme si possa migliorare anche questo importante aspetto e uniti ci riusciremo”.

A conclusione della conferenza, sono stati poi dati degli attestati di merito ad alcuni soggetti che più di altri hanno dato il loro contributo come donatori e hanno permesso così a tutti noi di avere un nuovo mezzo di soccorso per le strade. Un’altra importante donazione è venuta dalla Famiglia Bulletti che ha regalato un ventilatore polmonare.

Tra il pubblico presente all’inaugurazione, anche Marida Bolognesi, presidente dell’SVS di Livorno.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*