Covid: 906 nuovi casi in Toscana. Cambiano modalità di accesso e “passo” negli ospedali

Si registrano 5 nuovi decessi in provincia di Firenze

Foto di Ryan McGuire da Pixabay
Share

Pubblicato ore 17:47

TOSCANA – Sono 906 i nuovi casi di Covid-19 registrati oggi, 18 ottobre, in Toscana e mentre i positivi continuano ad aumentare, l’Asl Toscana Nord Ovest annuncia che da domani, 19 ottobre, cambieranno le modalità di accesso nei 13 ospedali (Castelnuovo Garfagnana, Cecina, Livorno, Lucca, Massa e Carrara, Piombino, Pontedera, Portoferraio, Versilia, Volterra, Fivizzano e Pontremoli).

Il bollettino di oggi

L’età media dei 906 casi odierni è di 42 anni circa (il 22% ha meno di 20 anni, il 25% tra 20 e 39 anni, il 31% tra 40 e 59 anni, il 16% tra 60 e 79 anni, il 6% ha 80 anni o più).

Sono 6.520 i casi complessivi a oggi a Firenze (314 in più rispetto a ieri), 1.543 a Prato (50 in più), 1.599 a Pistoia (105 in più), 1.856 a Massa (27 in più), 2.609 a Lucca (78 in più), 2.889 a Pisa (133 in più), 1.176 a Livorno (53 in più di cui 30 a Livorno città, 2 a Collesalvetti, 1 a Bibbona, 7 a Cecina, 2 a Piombino, 6 a Rosignano Marittimo, 2 a Campo all’Elba, 1 a Marciana, 2 a Portoferraio), 2.127 ad Arezzo (84 in più), 1.139 a Siena (34 in più), 794 a Grosseto (28 in più). Sono 550 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 469, quindi, i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 291 nella Nord Ovest, 146 nella Sud est.

Oggi si registrano 5 nuovi decessi: un uomo e 4 donne con un’età media di 89,4 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono a Firenze. Sono 1.194 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 436 a Firenze, 54 a Prato, 84 a Pistoia, 183 a Massa Carrara, 149 a Lucca, 100 a Pisa, 65 a Livorno, 55 ad Arezzo, 33 a Siena, 26 a Grosseto, 9 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Le modalità di accesso

A seguito dell’ordinanza firmata venerdì 16 ottobre dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, per il migliore utilizzo possibile degli ospedali vista la ripresa dei contagi Covid, l’Azienda USL Toscana nord ovest ha attivato in tutta la sua rete ospedaliera alcune misure operative in grado di garantire una riduzione delle presenze all’interno degli ospedali.

Intanto i percorsi per l’accesso alle aree Covid, ai servizi dedicati alle strutture di pronto soccorso sono stati separati e viene frazionato l’accesso alle prestazioni ambulatoriali, anche per consentire il mantenimento delle distanze di sicurezza all’interno delle sale di attesa.

A partire da lunedì 19 ottobre, inoltre, come esplicitamente indicato nell’ordinanza regionale, nei 13 ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest cambiano le modalità di accesso per accompagnatori e visitatori: l’orario di “passo” nei reparti di degenza sarà limitato a 10 minuti, nelle fasce orarie 12.30-13.30 e 18.30-19.30 a giorni alterni, per una sola persona a paziente.

Ogni ospedale definirà i giorni di visita per i diversi reparti in base alla propria specifica organizzazione.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*