Coronavirus. In Toscana aumentano le guarigioni. Il bollettino del 17 aprile

A Livorno e provincia si registrano 475 casi (10 in più)

coronavirus
Share

Pubblicato ore 07:00

Sono 167 i nuovi casi registrati in Toscana ieri, 17 aprile; il giorno prima, 16 aprile, erano stati 277. Aumentano le guarigioni: 180 le nuove registrate ieri. I test effettuati hanno raggiunto quota 96.231, 4.091 quelli analizzati ieri. 17 i decessi.

Ecco i casi di ieri per provincia non di residenza ma per quella in cui è stata fatta la diagnosi. Sono 2.494 i contagi complessivi ad oggi a Firenze (51 in più rispetto a ieri), 449 a Prato (9 in più), 547 a Pistoia (11 in più), 912 a Massa (19 in più), 1.158 a Lucca (24 in più), 766 a Pisa (16 in più), 475 a Livorno (10 in più), 541 ad Arezzo (11 in più), 392 a Siena (8 in più), 376 a Grosseto (8 in più).

Ecco tutti i casi positivi riscontrati tra il 16 e il 17 aprile, divisi per regione:

Lombardia 64.135 (+ 1.041, +1,6%; ieri erano stati +941), Emilia-Romagna 21.834 (+ 348, +1,6%; ieri erano stati +457), Veneto 15.374 (+ 384, +2,6%; ieri erano stati +366), Piemonte 19.803 (+ 695, +3,6%; ieri erano stati +879), Marche 5.668 (+ 86, +1,5%; ieri erano stati +79), Liguria 6.188 (+ 149, +2,5%; ieri erano stati +103), Campania 3.951 (+64, +1,6%; ieri erano stati +80), Toscana 8.110 (+ 167, +2,1%; ieri erano stati +277), Sicilia 2.625 (+46, +1,8%; ieri erano stati +44), Lazio 5.524 (+ 144, +2,7%; ieri erano stati +148), Friuli-Venezia Giulia 2.675 (+59, +2,3%; ieri erano stati +72), Abruzzo 2.443 (+97, +4,1%; ieri erano stati +72), Puglia 3.327 (+69, +2,1%; ieri erano stati +74), Umbria 1.337 (+8, +0,6%; ieri erano stati +7), Bolzano 2.296 (+29, +1,3%; ieri erano stati +43), Calabria 991 (-18, -1,8%; ieri erano stati +38), Sardegna 1.178 (+14, +1,2%; ieri erano stati +3), Valle d’Aosta 993 (+ 22, +2,3%; ieri erano stati +13), Trento 3.376 (+82, +2,5%; ieri erano stati +74), Molise 269 (+6, +2,3%; ieri erano stati 0), Basilicata 337 (+1, +0,3%; ieri erano stati +16).

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*