Nuove generazioni crescono

Parte il progetto di educazione ambientale

Green tomato seedlings in peat pots held by farmer

Centocinquanta piantine per centocinquanta bambini delle Scuole Elementari Carlo Bini che per l’occasione speciale si sono trasformati in piccoli giardinieri all’interno del Parco Centro Città rendendolo così ancora più bello.

“ Questo è un ulteriore esempio di cittadinanza attiva in città” dichiara la vicesindaco Stella Sorgente che oggi ha presenziato all’iniziativa insieme all’assessore con delega al Verde Urbano Alessandro Aurigi. “Il progetto di educazione ambientale- aggiunge Sorgente-  non solo intende avvicinare i bambini alla conoscenza delle piante e della loro diversità ma li aiuta nella loro crescita civica nel prendersi cura di un bene comune: una pianta che cresce con loro nel parco dove giocano”.

Le piantine messe dai bambini, molto entusiasti, sono di ben dieci specie diverse, corbezzolo, melograno, viburno, fillirea, lentisco, mirto, rosmarino, lavanda, santolina, gazania e vanno a costituire due grandi aiuole circolari del diametro di 3 metri  rendendo così più fiorito un angolo di questo parco centralissimo.

L’iniziativa rientra nel progetto di educazione ambientale  sulla tutela della biodiversità “ Il giardino racconta di sé e di altri abitanti” che la scuola elementare Carlo Bini ha portato avanti nel corso dell’anno e che ha trovato oggi la conclusione  con la realizzazione di questo angolo fiorito nel parco.

I bambini ovviamente sono stati aiutati dai giardinieri del Comune per la posa in opera delle piantine; ma sono stati gli stessi bambini dopo un anno di studio a indicarne la disposizione per forma , fioritura e colore; e saranno poi loro,come detto, ad innaffiarle insieme alle insegnanti; mentre in periodo estivo provvederanno i genitori con turni settimanali.

 

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*