Mondo Lipu. L’eleganza e l’intelligenza del Gabbiano reale

A Livorno ha iniziato a nidificare nel 1995-1996

gabbiano reale
Il Gabbiano reale. Foto: Marco Dinetti
Share

Il Gabbiano reale è una specie legata al mare, ambiente che tuttora frequenta assiduamente, e lungo le cui coste insedia le colonie riproduttive (comprese le isole dell’Arcipelago Toscano). Negli ultimi decenni ha iniziato a nidificare anche nelle aree urbane, ed a partire dal primo episodio avvenuto nel 1971 a Roma si è diffuso sempre di più, soprattutto nelle città costiere ma anche in quelle dell’entroterra. In Toscana questo avviene a Firenze (Osmannoro) ed a Lucca, mentre a Pisa è ormai molto diffuso.

gabbiano reale
Foto: Marco Dinetti

A Livorno ha iniziato a nidificare nel 1995-1996 e i dati dell’ultimo atlante ornitologico hanno censito 250-382 coppie, sebbene è da ritenere che il numero sia ulteriormente cresciuto. Solo nella Fortezza Vecchia nel 2015 è stata accertata la nidificazione di 11 coppie (ma potrebbero essersi riprodotte fino a 20 coppie). Il nido viene costruito su tetti sia piani che a falde, ma anche sopra a capannoni, contrappesi di gru, ponti dismessi, e vi sono stati pure tentativi di covare nel mezzo ad aiuole in pieno centro, falliti per l’inevitabile disturbo da parte di cani e passanti.

UNA SPECIE ADATTABILE. Il grande successo del Gabbiano reale è dovuto alla sua intelligenza, alla confidenza raggiunta con le persone, al suo carattere “deciso” ma anche alla dieta onnivora. Infatti mangia di tutto, dagli scarti del pescato a rifiuti di ogni genere, e spesso cattura anche degli animali, compresi piccioni ed altri uccelli. Considerando le sue origini marine, è sorprendente vederlo aggirarsi nelle aiuole dei parchi urbani, entrare nei giardini in mezzo ai palazzi, aggirarsi tra le auto, esplorare i cassonetti e perfino bilanciarsi sul bordo dei cestini dei rifiuti per cercare di carpire qualche residuo commestibile.

gabbiano reale
Foto: Marco Dinetti

LE INIZIATIVE E LA SCHEDA. Dal 2015 è in corso di svolgimento un programma per la gestione ecologica del Gabbiano reale alla Fortezza Vecchia di Livorno, svolto dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale con la collaborazione della Lipu. L’obiettivo di questo progetto è quello di spingere il Gabbiano reale a nidificare presso le aree della Fortezza non accessibili al pubblico o che, comunque, non sono interessate dai percorsi turistici (tetti, ad esempio). Il flusso dei turisti è notevolmente cresciuto dal 2013, anno della riapertura della Fortezza a cura dell’AdSP del Mar Tirreno Settentrionale e non sempre la convivenza tra visitatori e volatili è stata pacifica in passato. Dopo alcuni anni di lavoro congiunto con Lipu questo aspetto è nettamente migliorato ed oggi i gabbiani, insieme ad altri ospiti alati, rendono ancora più suggestivi gli spazi della Fortezza con i loro voli acrobatici. La scheda sul Gabbiano reale si può scaricare qui.

A cura di Marco Dinetti, Responsabile nazionale Ecologia urbana Lipu e Alessandra Potenti, Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*