Mondo Lipu. Gabbiano reale e cittadini: come convivere

I nidi degli uccelli sono protetti dalla Legge nazionale 157/92

gabbiano reale
Foto: Marco Dinetti
Share

I cambiamenti climatici in corso, che spesso inducono inverni miti, fanno si che la primavera arrivi prima del tempo, a maggior ragione in città dove la temperatura è più elevata a causa dei riscaldamenti domestici e del traffico. Per cui anche gli uccelli possono iniziare prima a nidificare.

gabbiano reale
Adulto in cova

Già nei mesi invernali i gabbiani reali adulti osservano l’ambiente e studiano il comportamento delle persone, individuando quelli che potranno essere dei siti adatti per costruire il nido, in contesti sufficientemente riparati e tranquilli. Vengono presi di mira i tetti sia piani che a falde, i contrappesi delle gru, i ponti di ferrovie dismesse e altri manufatti, poiché sono ottimi luoghi per allevare la prole. In altre parole, si tratta di piccole “isole” sospese, non raggiungibili dai predatori terrestri, e dove il disturbo umano è quasi assente.

CONVIVENZA DIFFICILE? A mamma e babbo gabbiano poco importa se il nido è stato allestito nella selvaggia isola di Capraia o a Giannutri, oppure sul tetto di un palazzo condominiale. Fanno il loro dovere di genitori, portando materiale, alimentando i piccoli, comunicando con richiami, giorno e notte. Tutta questa attività può creare dei disagi ai cittadini, per il rumore e la sporcizia che viene causata. Se poi una persona o un operaio sale sul tetto o si avventura in un balcone dove c’è il nido, i gabbiani reagiscono con decisione per mettere in fuga quello che ai loro occhi è un intruso ed un pericolo per la prole.

gabbiano reale
Piccoli di gabbiano. Foto: Marco Dinetti

Per ragioni tecniche e normative (i nidi degli uccelli sono protetti dalla Legge nazionale 157/92) intervenire quando la nidificazione è in corso è complicato o sconsigliato. Molto meglio agire preventivamente, quindi in inverno (fino a febbraio) predisponendo le “difese passive” costituite da dissuasori di appoggio idonei, reti antintrusione o sistemi deterrenti.

PROGETTI DI GESTIONE. Come riportato nella scheda precedente sulla biologia e le problematiche del Gabbiano reale (scaricabile qui), presso la Fortezza Vecchia a Livorno è in corso di svolgimento un progetto di gestione, intrapreso dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale con la collaborazione della Lipu.

LA SCHEDA. La scheda sulla gestione del Gabbiano reale si può scaricare qui. Vi comunichiamo anche i temi che verranno trattati dalle schede del prossimo mese, dove parleremo di nidi artificiali per rondini e del valore dei terreni incolti per la conservazione della biodiversità.

A cura di Marco Dinetti, Responsabile nazionale Ecologia urbana Lipu e Alessandra Potenti, Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*