Inaugurato il canile comunale, sarà un parco per Livorno e i livornesi

Al momento ospita otto cani, ma ne arriveranno 69

Foto: Cecilia F. Geppi
Share
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Una casina di colore rosa accoglie i visitatori, al cancello, prima di raggiungere la struttura, c’è un cartello con scritto “La cuccia nel bosco… qui puoi adottare“. Il nuovo canile comunale è stato inaugurato questa mattina, è immerso nel verde, circondato da alberi, lontano dalla città, in via dell’Ecologia 2, (Vallin Buio) vi hanno trovato posto al momento 8 cani che attendono qualcuno che li adotti. Ne arriveranno 69 dai canili convenzionati.

Luca Salvetti. Foto: Cecilia F. Geppi

“Sta accadendo qualcosa di molto significativo oggi – ha detto il sindaco Luca Salvetti – per due motivi: il primo perché Livorno ha da sempre un rapporto speciale con gli animali domestici, cani soprattutto, e c’è quindi un legame affettivo e di vicinanza tra i cittadini e i loro amici a 4 zampe; l’altro aspetto riguarda i tempi, l’idea di un canile comunale nasce nel 2003 siamo nel 2020, ci sono voluti 17 anni per arrivare a questo giorno, il percorso è stato molto articolato, complicato, ci sono stati momenti difficili. Il canile doveva aprire nel 2015 ma così non è stato, sono passati altri 4 anni e mezzo e questa Amministrazione quando ha iniziato il suo percorso 6 mesi fa con Monica Mannucci, ha subito voluto sbloccare la situazione. Perché una città moderna e civile doveva avere un luogo come questo. Voglio però anche sottolineare che sia l’attuale consiglio comunale, che il passato hanno posto molta attenzione su questo progetto e che il tema degli animali coinvolge in modo trasversale tutte le forze politiche presenti in consiglio a cui va un plauso”.

Il taglio del nastro. Foto: Cecilia F. Geppi

Per la realizzazione del progetto hanno avuto un ruolo molto importante anche l’ispettore di Polizia Municipale Michela Pedini, l’Usl e il direttore sanitario del canile Cecilia De Grandis.

“Questa amministrazione – ha sottolineato il vicensindaco con delega alla tutela degli animali Mannucci – non vuol fare del canile un ambiente di detenzione, questo luogo dovrà essere parco della città per chi ama gli animali, un luogo di incontro per le associazioni, per i bambini, per le famiglie. Vorrei che i cani che arrivassero qui fossero solo di passaggio per questo l’intento è promuovere incontri e attività per favorire le adozioni e preparare le famiglie ad accogliere i cani nelle loro case”.

Uno dei cani da adottare. Foto: Cecilia F. Geppi

Presente anche Pietro Caruso, presidente del consiglio comunale: “Risale al 1992 la prima manifestazione che richiedeva un canile, è un onore per me, essendo una persona che ama gli animali, prendere parte alla realizzazione di un sogno per la città e per gli animali che passeranno di qui”.

“La cuccia nel bosco” contiene 80 posti per cani e all’interno dell’edificio sono presenti varie stanze destinate alla pulizia, all’alimentazione, alla sgambatura.

Il direttore sanitario del canile Cecilia De Grandis ha comunicato che coloro che desiderano adottare un cane dovranno effettuare dei percorsi per essere pronti a gestire dell’animale.

Per informazioni: animali@comune.livorno.it – 0586820350.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*