Canile comunale, il punto sulla situazione e l’iniziativa “Adotta un amico”

Un modo per sensibilizzare anche contro l'abbandono

adotta un amico alla rotonda di ardenza
Foto di Free-Photos da Pixabay
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – “Mi auguro che il canile del Comune di Livorno sia pronto entro la fine dell’anno” è quanto spera il vicesindaco di Livorno Monica Mannucci che, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa ha fatto il punto sui lavori e ha presentato un’iniziativa che si svolgerà domani alla Rotonda di Ardenza. Per l’occasione è stato anche presentato il direttore sanitario del canile: Cecilia De Grandis.

I lavori da fare

“Sono stati messi in bilancio 50mila euro – ha detto Mannucci – che servono per la ristrutturazione del sito, nello specifico i lavori da fare riguardano l’inserimento di una recinsione che non faccia scappare gli animali, non sarà possibile per quest’anno realizzarne una che circondi in maniera totale la struttura, ma riusciremo comunque a garantire la sicurezza; l’inserimento dei due cancelli che si collegano alla recinsione, le gronde, gli scarichi dei liquami degli animali e il fissaggio della rete a terra per evitare che i cani scavino e passino da sotto”.

Un polo della cultura animale

Il canile comunale potrà contenere 80 posti e, oltre ad attività correlate alla cura dell’animale, avrà come obiettivo quello di essere un polo della cultura degli animali dove le famiglie, i cittadini potranno recarsi per avere consigli e cercare servizi per i propri amici a quattro zampe. “Non sarà un canile inteso come un punto di custodia o di allacciamento dei cani cosiddetti randagi – ha precisato Mannucci – ma un punto di ritrovo dove si parla e si impara a conoscere e a rapportarsi con i nostri piccoli amici. Inoltre ci impegneremo, durante il nostro mandato, anche per andare incontro alle necessità e alle esigenze dei gatti. L’obiettivo è la diffusione concreta della tutela e dal valore che il nostro animale, gatto o cane che sia, ha nella società”.

Le attività con le scuole

Una volta aperto, il canile ospiterà anche attività di tipo ludico-didattico soprattutto con il mondo delle scuole, grazie all’aiuto delle associazioni coinvolte:  ATA-PC Livorno (Associazione Tutela Ambiente – Protezione Civile) che gestirà i servizi del canile, ANPA.NA (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente) e ALCA.

Livorno, città virtuosa

“Il randagismo a Livorno ha dei connotati positivi – afferma l’ispettore di Polizia Municipale Michela Pedini – su circa 200 cani allacciati dalla Polizia Municipale e vaganti sul territorio, casi di randagismo sono 6-7 l’anno, perché anche per quei cani che non hanno il chip si riesce a rintracciare il proprietario. Quelli senza padrone, purtroppo, restano nel canile e il nostro sogno è trasformare la struttura da un luogo di detenzione finale a un luogo di preparazione del cane e delle persone a un nuovo inserimento nella vita sociale attraverso un’apposita educazione”.

L’iniziativa alla Rotonda

In previsione dell’apertura del canile, l’amministrazione ha deciso di realizzare una serie di iniziative miranti a sensibilizzare i cittadini sui nostri amici a quattro zampe. Il primo evento dal titolo “Adotta un amico” si terrà domani 13 luglio, alla Rotonda di Ardenza dalle ore 10.30 alle ore 18.30 e sarà dedicato a cani e gatti senza famiglia, in un periodo come quello estivo molto difficile per l’elevato rischio legato all’abbandono.

Contro gli abbandoni

“Adotta un amico” intende porre l’attenzione non solo sul fenomeno degli abbandoni, ma anche sulle tante opportunità per poter prendersi cura del proprio amico a quattro zampe anche se si vuole andare in vacanza, e sul tema delle adozioni.

Adottare un amico a 4 zampe

L’obiettivo della manifestazione infatti, è quello di far conoscere i cani presenti nei canili convenzionati con il Comune (cinque in tutto), al fine di promuoverne l’adozione e stimolare l’interesse delle persone per quegli animali, cani e gatti, più sfortunati che non hanno padrone.

Nella porzione destra della pineta che si affaccia sul mare, nella zona più ombrosa e ventilata, verrà sistemato un gazebo con alcuni tavoli e pannelli con le foto degli animali da adottare. Saranno presenti come testimonial alcuni cani ospitati nei canili convenzionati con il Comune di Livorno, l’Ufficio Tutela Animale del Comune e rappresentanti di associazioni animaliste della città labronica.

Ricordiamo inoltre che chi adotta un cane che si trova in uno dei canili convenzionati ottiene sei mesi di mangime gratis, la prima visita gratuita presso uno dei medici veterinari convenzionati e il primo test gratis per il controllo della filaria e della leishmaniosi.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*