Visita guidata al Cimitero monumentale ebraico di viale Ippolito Nievo

Un luogo che si estende per 16mila metri quadrati

Lapide del nonno di Amedeo Modigliani al cimitero ebraico. Foto: Valeria Cappelletti
Share

Pubblicato ore 12:00

LIVORNO – Alla scoperta del Cimitero monumentale ebraico di viale Ippolito Nievo: domenica 19 maggio alle ore 11 sarà possibile prendere parte a una visita guidata del bellissimo Cimitero. I presenti, accompagnati da una guida esperta di Amaranta Servizi, potranno scoprire le varie sepolture, i nomi delle epigrafi, la tipologia del sepolcro, la simbologia per ricostruire la storia della Livorno ebraica dal 1840 al 1900. Cimitero come luogo senza tempo, dove cogliere l’essenza della nostra storia. Un bene culturale che si estende per 16.000 metri quadrati e che ci parla delle radici di Livorno.

La collocazione di questo cimitero è frutto, proprio di quella politica cimiteriale che ha ispirato i Sepolcri del Foscolo, anticipata in Toscana da Pietro Leopoldo, portata avanti da Napoleone con l’editto di Saint Cloud e realizzata dopo la Restaurazione dai Lorena, coincidendo con l’espansione del centro urbano livornese. Con le nuove leggi cimiteriali vengono delocalizzati i Cimiteri urbani e si scelgono aree extraurbane, che devono rispondere ad una serie di requisiti, non a caso in quest’area vengono insediati i Cimiteri greco ortodosso, olandese alemanno e degli Inglesi.

Quest’area ospita le sepolture dal 1840 fino al 1900, e rappresenta plasticamente quegli ideali di laicità e universalismo, propri della Comunità ebraica livornese. Vi è una spiccata tendenza al monumentalismo con
sepolture decorate con obelischi, sarcofagi, tempietti, cappelle ed una simbologia ispirata al mondo classico, dalle capsule dell’oppio, le clessidre alate, le falene notturne.

Non mancano richiami alla simbologia massonica, dall’acacia alla squadra ed il compasso. Pochi i simboli religiosi, soltanto le mani benedicenti ad indicare le sepolture dei Cohen. Qua vi sono le sepolture di trenta rabbini, qua riposano le grandi famiglie di mercanti, imprenditori, intellettuali, che hanno caratterizzato la comunità ebraica livornese come gli Attias, i Chayes, i Rosselli, gli Ergas, i Modigliani.

Necessaria la prenotazione al 3398560212. Costo euro 10,00 a persona.

© Vietata la riproduzione